Estate 2014: gli esperti dicono NO alle diete drastiche

Estate 2014: gli esperti dicono NO alle diete drastiche
Estate 2014: gli esperti dicono NO alle diete drastiche

Estate 2014: gli esperti dicono NO alle diete drastiche
Estate 2014: gli esperti dicono NO alle diete drastiche

L’estate è ormai iniziata e, oltre alla tanto temuta “prova costume”, a mettere a dura prova il nostro organismo sono gli sbalzi di temperatura a cui stiamo assistendo, l’aumento dell’umidità, il caldo improvviso e l’intensa radiazione. Urgono delle regole da seguire per prender cura dell’organismo proprio e dell’apparato dirigente in questa stagione difficile da affrontare? Ci pensa l’AIGO – Associazione dei Gastroenterologi ed endoscopisti Ospedalieri – , che stila una lista dei sani principi alimentari da seguire per non far della male alla propria salute pur di apparire in linea quest’estate, ma che aiutano a restare in forma con intelligenza.

Antonio Balzano, presidente dell’Associazione, spiega: «Con l’arrivo dell’estate è fondamentale alimentarsi in maniera adeguata per ridurre al minimo disagi al nostro organismo e favorire una corretta digestione. In questa stagione il nostro corpo, non dovendo contrastare il freddo legato alle più basse temperature ambientali, necessita di minori calorie, mentre al contrario per la perdita di liquidi, in gran parte col sudore, ha bisogno di maggior quantità di sali minerali ed acqua».

Il decalogo stilato dai gastroenterologi inizia con l’invito a ridurre i cibi ad alto contenuto calorico come grassi, zuccheri e carni rosse. Consiglia, inoltre, di privilegiare quelli con maggiore contenuto di sali minerali, quali verdure di tutti i tipi e frutta fresca di stagione. Anche cucinare in maniera adatta alla stagione è importante, spiegano i medici: è utile evitare cotture elaborate con presenza, per esempio, di panna o burro e le fritture. Fondamentale anche privilegiare cibi crudi come le insalate miste di verdure ed evitare cibi la cui conservazione (congelati o surgelati) non sia corretta: la contaminazione batterica è sempre in agguato. Altro consiglio importante degli esperti è quello di preferire il pesce alla carne, che è molto più digeribile, soprattutto se lesso o alla brace. Se è meglio limitare il consumo di succhi di frutta industriali e bibite gassate, che contengono quasi tutte additivi per la conservazione, talvolta coloranti e soprattutto una gran quantità di zuccheri, bisogna fare attenzione anche ai frullati: anche se di frutta, contengono abbondanti quantità di zuccheri e una grandissima quantità di aria. Nella lista troviamo l’immancabile consiglio del bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno: non contiene calorie ed è l’unico vero rimedio alla sete, mentre è altamente consigliato evitare alcoolici e superalcolici: sono ipercalorici e aumentano il senso di calore e la sudorazione. Gioacchino Leandro, presidente eletto dell’Associazione, ricorda: «Per stare bene è importante evitare diete dimagranti drastiche e sfuggire il mito collettivo della “prova-costume”. L’alimentazione deve essere bilanciata: ogni pasto deve contenere carboidrati, proteine, fibre e vitamine e pochi grassi, soprattutto quelli saturi. Per perdere qualche chilo meglio fare un’attività fisica regolare (almeno 3-5 volte alla settimana) di intensità moderata (camminata veloce, bicicletta, nuoto) per almeno 30-60 minuti».

Sonia Carrera

8 luglio 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook