L’inquinamento ambientale distruggerà la nostra civiltà. Quale soluzione?

L’inquinamento ambientale distruggerà la nostra civiltà. Quale soluzione?

inquinamento-ambientaleChe la terra si stia deteriorando è sotto gli occhi di tutti. la causa di tutto ciò è l’ inquinamento, che costituisce il vero grande problema, con il quale la società d’oggi si trova a combattere.

L’inquinamento è anche un grave problema di natura economica, perchè le grandi compagnie petrolifere e le varie industrie compromettono irrimediabilmente l’ambiente modificando le nostre condizioni di vita, pur di ottenere enormi utili.

A causa di ciò sono molteplici i rischi a cui l’uomo è sottoposto, alcuni dei quali come quello acustico, diffuso soprattutto nelle grandi metropoli, può causare disturbi psico-fisici e stress.

Il problema ambientale dunque non è da sottovalutare e tutti noi conosciamo, magari solo per sentito dire, cosa sia l’effetto serra, il sovrasfruttamento delle risorse naturali, la progressiva diminuzione delle acque dolci, ecc.

L’ambiente però è qualcosa di più complesso del “Verde che ci circonda”, perchè l’ambiente ha delle precise regole che l’uomo deve rispettarne. Se si infrangono sistematicamente queste regole, non possono non esserci conseguenze anche gravi per la salute dell’uomo e la sua stessa sopravvivenza. Spesso l’uomo dimentica ciò e mette in atto degli interventi sul territorio capaci di rovinare l’intero ecosistema in modo irreparabile.

E’ sbagliato però supporre che il degrado ambientale sia un problema recente, perchè sia pure nell’era moderna abbia avuto un notevole sviluppo, esso ha iniziato a incidere sull’equilibrio del pianeta a partire da circa diecimila anni fa, pressapoco quando l’uomo abbandonò il nomadismo per creare civiltà sedentarie.

Per rafforzare le civiltà la natura è stata violentata indiscriminatamente e già 500 a.c. si ebbero tracce di inquinamento ambientale, a seguito dell’estrazione di ingenti quantità di piombo nelle miniere, che finirono per inquinare le falde acquifere.

Poi nel Medioevo con l’incremento delle attività artigianali, come concerie, fonderie e vetrerie, che producevano fumi, odori, sostanze tossiche, si avvelenò aria e acqua.

Con l’avanzare dell’era industriale, il problema dell’inquinamento ambientale si è sviluppato così tanto da raggiungere livelli drammatici. Oggi, le persone esposte a livelli d’inquinamento atmosferico che superano quelli raccomandati dall’O.M.S. superano il miliardo ed il dato è destinato a crescere con il progresso scientifico e tecnico.

L’uomo ora se vuole salvare l’ambiente e sopravvivere dovrebbe concentrarsi sulla ricerca di nuove tecniche che permettano il progresso senza recare danno all’ambiente. Solo se l’uomo si orienterà verso la ricerca di queste tecniche si riuscirà risolvere o quantomeno arginare questo grave problema.

Però è molto più facile a dirsi che a farsi, soprattutto perché la stragrande maggioranza sa pochissimo di questi argomenti. Quindi l’informazione è il primo alleato e bisogna iniziare ad informare a partire dalle scuole, per poi sensibilizzare la società a tutti i livelli.

Bisogna fermare il menefreghismo a cui spesso si assiste o finiremo veramente per autodistruggerci e non ci sarà nessun futuro né per la terra né per noi.

Sebastiano Di Mauro
01 marzo 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook