Amiloidosi: nuovo trattamento farmacologico

Amiloidosi: nuovo trattamento farmacologico

800px-Small_bowel_duodenum_with_amyloid_deposition_congo_red_10XNuove ricerche nostrane portano speranza e nuova luce nei confronti dell’amiloidosi.  Stando a quanto dichiarato dallo studio nuove porte si aprono per i pazienti affetti da amiloidosi, una patologia contraddistinta dall’accumulo di materiale proteico nelle sedi extracellulari del corpo, tra le cause paralisi e morte entro i dieci anni. Una malattia la cui terapia risulta ancora primordiale, quasi empiristica.

L’ospedale di Pavia con uno dei centri primari specializzati nell’amilodosi ed il suo portavoce Giampaolo Merlini, annunciano come “gli ammalati presi in carico non avevano alternative terapeutiche. Oggi hanno invece la possibilità di migliorare l’aspettativa di vita e recuperare una qualità quotidiana non immaginabile prima della ‘scoperta’ di questo farmaco, che – in cifre – ha un costo inferiore ai 2€ al giorno”. S  Si tratta del Diflunisal e lo studio è stato pubblicato su Jama per conto di un team di Ricercatori dell’IRCSS San Matteo di Pavia ed altri cinque istituti di ricerca medica europei.

Il farmaco, un semplicissimo antinfiammatorio sembrerebbe reagire per la cura delle forme ereditarie delle amiloidosi sistemiche, una delle forme più dannose dell’amiloidosi.   Sfortunatamente il farmaco non è diffuso nel territorio italiano ed il centro di ricerca effettua ordini mensili dall’estero.

Il professore ha quindi aggiunto  “Si chiama Diflunisal e incrementa le risorse terapeutiche per le amiloidosi che stiamo sviluppando da anni. Attualmente abbiamo in corso dieci sperimentazioni su farmaci innovativi con l’obiettivo di migliorare ulteriormente le prospettive dei nostri pazienti”.  Un valore aggiunto quindi, una nuova speranza in grado di far temporeggiare in attesa della “vera cura” per l’amiloidosi. “Visti i risultati espressi dallo studio abbiamo richiesto all’Agenzia del Farmaco Italiana di valutare nuovamente l’inserimento del Diflunisal nel prontuario farmaceutico e nel territorio in generale”.

Redazione
11 febbraio 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook