Fibrosi Cistica: Un ciclamino per sostenere la ricerca

di Enrico Ferdinandi

La Fibrosi Cistica è una malattia genetica che colpisce in prevalenza i neonati. In Europa ne è affetto un neonato ogni 2500, mentre nel mondo ne sono colpite circa 100.000 persone. La malattia consiste nell’anomalia della proteina CFTR (Cystic Fibrosis Transmembrane Conductance Regulator) che ha il compito di regolare gli scambi idroelettrici, ovvero il trasporto di sali che normalizzano le secrezioni con lo scopo di reidratare (come ad esempio il sudore o il muco). Questa anomalia causa gravi conseguenze a numerosi apparati ed organi, come all’apparato respiratorio, al pancreas nella produzione di enzimi digestivi, al fegato, all’intestino e all’apparato riproduttivo, soprattutto nei maschi.

Per aiutare la ricerca, oggi e domani (22 e 23 ottobre) in oltre 400 piazze italiane sarà possibile acquistare delle piante di ciclamino. Un iniziativa della Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica dal nome “Un ciclamino per guarire”, che ha lo scopo di raccogliere fondi per portare avanti la sperimentazione di ben 26 progetti volti a sconfiggere la malattia.

 

 

22 ottobre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook