Smartphone, tablet e miopia

Smartphone, tablet e miopia

myopia_eyeCon un Ipad nella borsa o con un Iphone in tasca si pensa di poter conoscere meglio il mondo, una finestra dalla quale si può vedere cosa succede oltre le mura di casa, ma sicuri che la vista sia migliore?
Secondo Antonio Scialdone, direttore dell’ospedale Oftalmico Fatebenefratelli di Milano, non è proprio così. In occasione del 35esimo Congresso nazionale di chirurgia della cataratta e della refrattiva ha sottolineato che più di un europeo su tre soffre di miopia e la causa principale è la troppa esposizione e l’eccessivo uso delle nuove tecnologie quali computer, tablet e smartphone.
Il problema è diffuso maggiormente nei giovani che trascorrono gran parte del tempo davanti uno schermo che può essere computer o televisione. Scialdone spiega che il fenomeno miopia è causato in particolare dalla luce blu diffusa da questi apparecchi che colpendo la retina, sfoca la visione e diminuisce il contrasto.
Orami anche i più piccoli sono quotidianamente a contatto con videogiochi e tablet, e in particolare per i bambini è consigliato l’uso moderato di questi, dato che la miopia si sviluppa con il tempo. Scialdone consiglia l’utilizzo di schermi più grandi in modo da poter vedere bene anche ad una certa distanza e di far stare i bambini più tempo all’aperto così che la dopamina, sostanza prodotta nella retina con la luce naturale, trasmette le immagini al cervello ed è in grado di evitare la crescita eccessiva dell’occhio, che porta appunto alla miopia.
Le nuove tecnologie sono si importanti ma importante è anche l’uso che se ne deve fare.
Claudia Passa
22 ottobre 2013
Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook