Le staminali possono combattere la Sla

Le staminali possono combattere la Sla

Uno studio made in Italy, condotto dal Centro Dino Ferrari, dall’Università degli Studi di Milano, dall’IRCCS Fondazione Ca’ Granda, e dall’Ospedale Maggiore Policlinico, ha dimostrato che il trapianto di cellule staminali neuronali è terapeuticamente efficace contro un modello animale di Sclerosi laterale amiotrofica, meglio conosciuta con l’acronimo Sla.

Lo studio, pubblicato sulla rivista Human Molecular Genetics, ha dimostrato come le cellule staminali pluripotenti (iPSC) possono essere utilizzate per combattere la Sla, che ricordiamo è una malattia degenerativa che ogni anno colpisce da uno a tre individui ogni centomila persone.

Il gruppo di ricercatori, coordinati da Stefania Corti, responsabile del Laboratorio di Cellule Staminali Neurali, e da Giacomo Comi, responsabile del Laboratorio di Genetica nella Sezione di Neuroscienze del Dipartimento di Fisiopatologia e dei Trapianti, hanno potuto constatare l’efficacia delle cellule staminali pluripotenti osservando l’effetto positivo riscontrato su dei topi affetti da Sla ai quali sono state iniettate le cellule staminali.

Per la precisione i ricercatori milanesi hanno utilizzato il metodo messo a punto dal premio Nobel per la medicina Shinya Yamanaka per ottenere le iPSC, prelevando cellule della pelle di individui sani dalle quali sono poi state ottenute delle cellule staminali neuronali. Una volta iniettate nei topi le cellule staminali si sono integrate a livello di midollo spinale, riducendo visibilmente i sintomi della Sla. Effetti positivi dati sia dall’attivazione di meccanismi di neuroprotezione che dalla sostituzione delle cellule ormai degenerate

I ricercatori hanno spiegato che: «questo studio contribuisce all’avanzamento degli approcci mediati dalle iPSC per approcci al trattamento della Sla e di altre malattie neurodegenerative. La sclerosi laterale amiotrofica è una malattia neurologica fatale caratterizzata dalla degenerazione dei motoneuroni. Al momento non c’è una terapia efficace per la Sla. Il trapianto di cellule staminali è una possibile strategia terapeutica per la Sla, e la riprogrammazione delle cellule somatiche adulte in cellule staminali pluripoteneti indotte (iPSC) rappresenta una nuova fonte di cellule».

 

Enrico Ferdinandi

16 settembre 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook