Huperzine A: Un raro muschio cinese contro l’Alzheimer

di Lodovico Stori

Un inibitore enzimatico ricavato da una pianta molto diffusa in Cina, la Huperzina Serrata potrà essere in futuro la chiave per sconfiggere il morbo di Alzheimer. Alcuni ricercatorri dell’università di Yale hanno difatti scoperto che l’enzima Huperzine A è in grado di rallentare lo sviluppo dell’Alzheimer. I cinesi da secoli sfruttano questa pianta per varie terapie mediche, così i ricercatori americani hanno ben pensato di ricreare artificialmente il composto della pianta per evitare l’esaurimento della stessa.

Il coordinatore dell’indagine scientifica, Seth Herzon  ha dichiarato che: “Essere in grado di sintetizzare grandi quantità di Huperzine A in laboratorio è di fondamentale importanza, perché la pianta stessa, che è stata utilizzata nella medicina popolare cinese per secoli, richiede decenni per crescere ed è in via di estinzione a causa del sovrasfruttamento”.

Herzon ha poi aggiunto : “Crediamo che la Huperzine A ha il miglior potenziale per il trattamento di una serie di disturbi neurologici e ora abbiamo a disposizione un percorso utile alla produzione di Huperzine A alternativo alla natura”.

Questo modo di produrre Huperzine A in laboratorio non è solo un modo per abbattere i costi ma un modo per velocizzarne la diffusione e far si che gli affetti da Alzheimer possano combattere la perdita di memoria.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook