Cordogli del Presidente della Repubblica per le vittime di Barletta

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, ha inviato un telegramma al Sindaco di Barletta, Nicola Maffei, manifestando sentimenti di solidarietà e partecipazione per tutta la comunità locale, segnata dal terribile crollo dell’edificio in via Roma avvenuta lunedì e causa di un bilancio pesantissimo, 5 donne morte, tra cui la figlia dei titolari del maglificio, di appena 14 anni.
Maria, la giovane vittima era uscita alle 11.20, in anticipo sul normale orario di lezione per l’assenza programmnata di un insegnante, terminate le lezioni era andata a trovare i suoi genitori nell’opificio. Aveva appena varcato la soglia dello stabile quando è avvenuto il crollo, travolgendo anche lei.

Dalle prime notizie , le operaie travolte dal crollo della palazzina di via Roma, a Barletta.,  lavoravano in ‘nerò, senza contratto.  I giornali dicono che era un maglificio, ma in realtà era un laboratorio di confezioni: venivano confezionate magliette, tute la ginnastica. Lavoravano lì dentro dalle 8 alle 14 ore  e prendevano 3,95 euro all’ora, avevano ferie e tredicesima pagate, ma senza contratto.

 

di Marco Scarpetta

 

5 ottobre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook