Un uomo impazza e spara a Roma, davanti Palazzo Chigi. Feriti due carabinieri e una donna

Un uomo impazza e spara a Roma, davanti Palazzo Chigi. Feriti due carabinieri e una donna

Palazzo chigiGrande paura e tensione in mattinata a Roma, davanti Palazzo Chigi, dove era in corso la cerimonia di giuramento del nuovo governo, presieduto da Enrico Letta. Un uomo  di 49 anni, Luigi Preiti, in giacca e cravatta, di origine calabrese, ha sparato improvvisamente in piazza.  Sette i colpi partiti. Due carabinieri sono stati feriti: il brigadiere Giuseppe  Giangrande,  50 anni e il carabiniere scelto, Francesco Negri 30 anni. Secondo quanto emerge dall’accaduto, il  due militari non sarebbero in pericolo di vita. Preoccupano però le condizioni del primo militare che  è stato ferito gravemente alla colonna vertebrale celebrale, il secondo ad una gamba. Nella sparatoria, ferita accidentalmente anche una donna incinta, che si trovava in quel momento in piazza con il marito e l’altro figlio.  Tutta l’area adiacente Palazzo Chigi è stata  chiusa e presiedata da Polizia, Carabinieri e Vigili Urbani. L’uomo, protagonista del folle gesto è stato fermato dalle Forze di Polizia.  L’individuo, a quanto risulta, ha agito da solo,  non ha precedenti penali, non risulta essere uno squilibrato, ma aveva grandi problemi economici. Dopo essersi trasferito in Piemonte  più di dieci anni fa, Luigi Preiti si  è sposato e ha avuto un figlio , si è poi separato dalla moglie, trasferendosi a Rosarno con i genitori, mentre  il figlio e la moglie vivono a Pedrosa, in Piemonte.

Il neo ministro Cancellieri, a termine della cerimonia di giuramento ha detto: ” Spero che si tratti di un fatto isolato, ma dobbiamo ancora appurare le esatte dinamiche dell’evento anche se non è compito che spetta al mio dicastero.” Sul folle gesto viva la condanna anche del gruppo M5S che ha difffuso una nota con la quale si esprime anche la piena solidiarietà ai due Carabinieri feriti. Il ministro Alfano, in una sua dichiarazione ha raccontato che l’uomo dopo il folle gesto,  voleva uccidersi, ma aveva finito i proiettili.

Luigi Rubino

28 aprile 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook