Con il giocattolo sospeso, a Napoli un Natale solidale

Con il giocattolo sospeso, a  Napoli un Natale solidale

O’ ccafe suspes, il caffè sospeso, una delle tradizioni più affascinanti della cultura partenopea, testimonianza della grande generosità e dello spirito solidale del popolo napoletano, quest’anno si reinventa e si attualizza con il giocattolo sospeso.

Il caffè sospeso ha origini antiche, consiste nel pagare 2 caffè consumandone uno, così da lasciarne uno pagato per una persona meno abbiente. Luciano De Crescenzo, che a questa usanza ha dedicato un libro, spiega: “Quando un napoletano è felice per qualche ragione, invece di pagare un solo caffè, quello che berrebbe lui, ne paga due, uno per sé e uno per il cliente che viene dopo. E’ come offrire un caffè al resto del mondo…”.

Una tradizione volontaria a scopo benefico che sembra non conoscere declino, tanto che il 10 dicembre 2011 la “Rete del caffè sospeso” ha istituito la “Giornata del Caffè sospeso” con l’appoggio di diverse associazioni culturali.

E quest’anno, pensando ai più piccini, l’assessorato ai Giovani del Comune di Napoli ha ideato una bellissima iniziativa, quella del “giocattolo sospeso”: comprare un gioco per il proprio bambino e lasciarne un altro pagato per chi, meno fortunato, non può permetterselo.

La persona sceglie un regalo, lo paga, gli viene rilasciato uno scontrino di cortesia e scrive il suo nome in un apposito registro tenuto in negozio. Chi vuole ritirarlo dovrà consegnare al negoziante una fotocopia del proprio documento di identità valido.

Per gli esercenti che volessero aderire all’iniziativa è possibile inviare una mail all’indirizzo: [email protected]

L’elenco dei negozi che hanno aderito a Il giocattolo sospeso

Junior Giocattoli, via Pisciscelli 25;

Casa mia, via Cilea 115;

Natullo toys , via Nazionale 52;

Natullo toys, Corso Garibaldi 301;

Natullo toys, via A. Ranieri 51;

Leonettti, via Toledo 350;

Leonetti, via Crispi 82;

La Girandola giocattoli, via Toledo 400;

La Girandola giocattoli, via E.Nicolardi 158-162;

 Gerardi e Fortura, viale Kennedy 119

Baby bendrew, via Kerbaker 100/102;

Città del sole, via Kerbaker 46;

L’Etoile, via Stella 140;

Arcobaleno toys, Viale Colli Aminei 72;

Arcobalocchi. Via Pasquale del Torto 45

Un’iniziativa semplice, ma ricca di significato, per educare i bambini alla solidarietà e far sentire la gioia del Natale anche alle famiglie meno fortunate.

Questa è l’Italia che ci piace.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook