Oscar Giannino, lauree e master falsi: un errore gravissimo che non ferma il declino

Oscar Giannino, giornalista, tra i fondatori e leader di Fare per fermare il declino in lizza per le prossime elezioni, è stato travolto da uno scandalo per false credenziali: Luigi Zingales, tra i fondatori del movimento, ha scoperto che il master alla University of Chicago Booth School of business che Giannino aveva inserito in numerosi curriculum vitae in realtà non è mai stato conseguito. Zingales che lavora proprio all’Università di Chicago dopo aver reso nota la notizia ha presentato le sue dimissioni dal movimento.

Giannino ha spiegato di aver frequentato a Chicago negli anni ’90 delle lezioni di inglese tecnico-economico con un insegnante privato: «Mi sono state attribuite online lauree e master a Chicago e il mio gravissimo errore è stato non essermene accorto».

Ma non finisce qui, oltre al master sono sotto inchiesta anche le due lauree, quella in Economia e quella in Giurisprudenza. Lo stesso Giannino ha dichiarato in serata, nel corso di un intervista sul telegiornale La7 con Mentana di aver fatto: «giusto qualche esame a legge. Quello che so l’ho imparato per i fatti miei. D’altra parte, sono da decenni giornalista, non ho mai usato presunti titoli accademici, che non ho, per carriere che non mi competono».

Dopo questo scivolone Giannino si è detto pronto a fare un passo indietro: «Domani mi presenterò alla direzione come dimissionario e tanto voglio che la trasparenza sia un impegno per tutti che mi presenterò dicendo che se sarò eletto, se voi siete d’accordo, rinuncio al seggio».
Mancano ormai solo cinque giorni alle elezioni ed il fare di Giannino non ha di certo contribuito a fermare il declino.

 

Enrico Ferdinandi
(Twitter @FerdinandiE)

19 febbraio 2013

 

 

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook