Mattarella: «lottare contro la corruzione per dare speranza ai giovani».

Mattarella: «lottare contro la corruzione per dare speranza ai giovani».

Roma – Estirpare l’illegalità e la corruzione per dare un futuro ai giovani. Queste le parole del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella che ieri dall’assemblea dell’Anci di Torino ha voluto mandare un forte messaggio di speranza alle nuove generazioni schiacciate dalla disoccupazione.

«Non e’ vero che l’Italia e’ un malato incurabile e nessuna sua zona lo e’» ha esordito il Capo dello Stato, sottolineando come le istituzioni abbiano messo la legalità e la lotta alla corruzione  al centro dell’azione politica e dei programmi delle singole amministrazioni comunali, perché «i Comuni devono esserne l’avamposto, proprio perche’ le istituzioni cominciano nelle vostre sedi. I Comuni – ha aggiunto il Presidente – non sono un’articolazione burocratica dello Stato centrale, ma sono dotati di una propria identita’ e rappresentano, uniti, una realta’ essenziale per il rilancio del nostro Paese».

Riflettendo sugli ultimi dati economici, che mettono in evidenza un timido miglioramento, Mattarella ha ribadito di non credere nella ripresa economica senza un rinnovamento morale. «Non vi sarà ripresa, non vi sarà crescita adeguata di opportunità, non vi sarà futuro degno per i nostri giovani, se non estirperemo la corruzione, l’illegalità, la criminalità organizzata».

Il Capo dello Stato ha rivolto il suo pensiero agli scandali di Mafia Capitale e ha risposto alle accuse di chi non crede alla possibile salvezza delle città corrotte: «Noi vogliamo e possiamo raggiungere traguardi alti di moralità e di trasparenza. L’azione di contrasto all’illegalità va combattuta con determinazione».

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook