Banda ultralarga, Renzi: piano da 12 miliardi

Banda ultralarga, Renzi: piano da 12 miliardi
Italian Prime Minister, Matteo Renzi, gestures during his press conference at the end of the meeting of the Council of Ministers at the Chigi Palace in Rome, Italy, 06 August 2015. ANSA/ETTORE FERRARI

Italian Prime Minister, Matteo Renzi, gestures during his press conference at the end of the meeting of the Council of Ministers at the Chigi Palace in Rome, Italy, 06 August 2015.     ANSA/ETTORE FERRARI
 ANSA/ETTORE FERRARI

ROMA – “Oggi il Cipe (Il Comitato interministeriale per la programmazione economica, n.d.r.) ha approvato un cospicuo intervento economico sul piano della banda ultralarga”. Così ha annunciato oggi il premier Matteo Renzi durante una conferenza stampa a margine del Consiglio dei ministri.

Un annuncio che arriva qualche ora dopo la comunicazione di Telecom Italia che aveva portato all’attenzione pubblica un investimento pubblico-privato pari a 750 milioni per portare la banda ultralarga in sette regioni del Centro-Sud.

Il piano, fa sapere il presidente del Consiglio vale “dodici miliardi di euro, cinque privati e sette pubblici”. Il premier ha poi sottolineato che i fondi pubblici provengono “per 4,9 miliardi dal governo e per 2,1 miliardi dai fondi strutturali regionali. Dei 4,9 miliardi che usciranno dal governo, 3,5 provengono dal Fondo di Sviluppo e Coesione”-  ha poi specificato.

“Già entro l’autunno si potranno aprire le prime gare Infratel”- ha fatto sapere in un comunicato il sottosegretario alle Comunicazioni Antonello Giacomelli. “Se anche i privati faranno la loro parte”- ha detto poi il sottosegretario-“gli obiettivi della banda ultralarga per tutti i cittadini italiani entro il 2020 sono possibili”.

Redazione

6 agosto 2015

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook