Sondaggio Demos, crolla la fiducia degli italiani nel Pd

Sondaggio Demos, crolla la fiducia degli italiani nel Pd

 Matteo RenziCrolla al 32,2% la fiducia degli italiani nel Pd. L’istituto di ricerca politica e sociale Demos ha rivelato dati preoccupanti per i democratici che devono fare i conti con una perdita di consensi non trascurabile, frutto della débâcle alle elezioni amministrative e dello scandalo di Mafia capitale.

Secondo l’ultimo sondaggio sul trend della politica italiana, il Pd ha registrato un importante calo dei consensi, il minimo da 2 anni circa, il 4,4% in meno rispetto a marzo e il 13% in meno rispetto a giugno 2014. Se da una parte i dati hanno messo in allarme i dem e il premier Matteo Renzi, dall’altra hanno contribuito al rafforzamento dell’opposizione, in primis il segretario del Carroccio Matteo Salvini salito al 37%. Ma anche le altre forze politiche che sembravano indebolite hanno ritrovato nuovo slancio: Grillo è passato dal 31%al 25% e anche Maurizio Landini e Luigi Di Maio hanno visto un netto aumento dei consensi. Piccoli aumenti sono stati registrati anche per Forza Italia e per Sel.

Il giudizio dei cittadini sull’operato dell’esecutivo è molto severo e analizzando l’Atlante politico pubblicato da Demos, si evincono gli errori e le incertezze del governo su temi caldi quali l’immigrazione e le tasse. Secondo il 76%, degli italiani le elezioni amministrative hanno ulteriormente indebolito il Pd che, forte delle riforme istituzionali, si è però permeato di un’aura di impotenza in altri campi, dalla scuola alla gestione dell’emergenza profughi.
Lo scandalo di Mafia Capitale ha dirottato la fiducia di una parte dei cittadini verso i pentastellati: il 31% ha dichiarato di credere di più nel M5S per quanto riguarda la lotta alla corruzione, ma il 41% non ha indicato nessuna forza politica, confermando un incremento dell’astensionismo.

Benedetta Cucchiara
21 giugno 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook