Omicidio Stradale: fino a 18 anni di detenzione

Omicidio Stradale: fino a 18 anni di detenzione

 IMG_0486Con 163 sì, 65 astenuti e 2 contrari, dopo varie peripezie, il Senato ieri pomeriggio ha approvato il disegno di legge che introduce il reato di omicidio stradale nel codice penale.

Il nuovo articolo prevede la reclusione da otto a dodici anni per omicidio colposo commesso da un qualunque conducente in stato di ebbrezza alcolica, con un tasso alcolemico superiore a 1,5 grammi per litro, o sotto l’effetto di droghe. Se si tratta di un conducente professionale per attività di trasporto di persone e di cose, la stessa pena si applica anche con tassi alcolemici superiori a 0,8 grammi per litro. La pena diminuisce tra i sette e i dieci anni di carcere se l’omicidio colposo stradale viene commesso in stato di ebbrezza alcolica con tasso alcolemico superiore a 0,8 ma non superiore a 1,5 grammi per litro. In caso di morte di più persone la pena viene triplicata, anche se non può superare i diciotto anni; in caso di fuga la pena viene aumentata da un terzo alla metà.

Per quanto concerne le lesioni stradali, invece, la legge recita che chiunque provoca lesioni personali per guida in stato di ebbrezza o sotto effetto di droghe viene punito con la reclusione da due a quattro anni. La pena viene ridotta tra i 9 mesi e i 2 anni di carcere se il reato viene commesso in stato di ebbrezza alcolica con tasso alcolemico superiore a 0,8 ma non superiore a 1,5 grammi per litro. Nel caso di lesioni personali gravi, la pena è aumentata da un terzo alla metà; nel caso di lesioni personali gravissime, è aumentata dalla metà a due terzi. In caso di concorso di colpa la pena è diminuita fino alla metà. In caso di lesioni a più persone viene triplicata, anche se non può superare i sette anni e in caso di fuga la pena viene aumentata da un terzo alla metà.

Dopo quasi due anni dalla presentazione di una prima formale proposta di legge di iniziativa parlamentare, avvenuta il 20 giugno 2013, un primo decisivo passo verso l’introduzione del reato di omicidio stradale finalmente è stato compiuto.

Diminuiranno così le vittime che perdono la vita nelle strade a causa di incoscienti che si mettono alla guida ubriachi o sotto effetti di stupefacenti? Una cosa è certa: dopo anni di discussioni, dalle promesse del governo Monti a quelle di Renzi, finalmente – meglio tardi che mai! – nei palazzi del potere qualcosa si sta mobilitando.

Mirko Olivieri
11 giugno 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook