Grillo: «Goodbye Mister Renzi»

Grillo: «Goodbye Mister Renzi»

 GrilloROMA – «E’ primavera, si sbattono i tappeti, si dà una rinfrescata alla casa, si indossano abiti più leggeri e si mandano in tintoria cappotti e abiti pesanti. Il momento ideale per derenzizzare il blog. Da oggi il nome Renzi non sarà più presente nei post», queste le parole di un Grillo che sembra intenzionato ad una inversione ad U rispetto al passato e a quanto fosse nominato il Premier: «E’ come fare entrare aria pulita in una stanza piena di fumo, di balle, di smog, di inconsistenza che ti intossica. L’ebetino vive solo di visibilità, da oggi, almeno in questo blog, lo eliminiamo».

Il leader del M5S sembra proprio deciso ad eclissare virtualmente il Primo Ministro, convinto che Renzi sia un prodotto mediatico: «Il Bomba, senza l’appoggio dei media starebbe al massimo a pescare carpe in Arno. Ora si appresta, in un Paese sommerso dalle sue tasse, all’ennesima promessa di ‘elemosina elettorale’ che forse c’è e forse no».

Grillo non ha dubbi, il Premier è «uno spudorato che vive di promesse mai mantenute e che ogni volta che è beccato con le mani nella marmellata tace, fidando nella memoria corta degli italiani, o incolpa gli altri a seconda delle convenienze. Stare dietro alle sue balle vuol dire fare il suo gioco. Va trasformato nell’Uomo Invisibile. Nel signor nessuno che è. Gli va applicata la damnatio memoriae in vita». E per gli iscritti al blog lascia una regola: evitare i commenti contenenti il nome del «bollato, pena la non pubblicazione del commento».

Non è ben chiaro se la cancellazione dell’innominato sia «ad vitam aeternam» e se bandito sia solo il nome o qualsivòglia riferimento o rimando ad esso. Nel blog non si parlerà più di Renzi o si continuerà a farlo sotto le mentite spoglia dell’Uomo Invisibile?

Paola Mattavelli
14 aprile 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook