Ministero delle infrastrutture, Delrio assume la guida del dicastero

Ministero delle infrastrutture, Delrio assume la guida del dicastero

 Delrio-RenziROMA — Delrio conferma le previsioni e diventa ministro delle infrastrutture. Alle 20 di ieri sera il sottosegretario della Presidenza del Consiglio ha giurato davanti al Presidente della Repubblica, assumendo la guida di un dicastero fondamentale in vista dell’Expo 2015.

«Prima di tutto voglio ringraziare il presidente del Consiglio per questo incarico – ha dichiarato Delrio dopo il giuramento – Gli italiani hanno bisogno di tante opere, hanno bisogno di vedere che le cose procedono, che vengono fatte bene e che vengono discusse insieme con la massima trasparenza. Le opere non sono né grandi né piccole ma utili o inutili. E sono utili quando sono utili per la comunità».Il nome dell’ex sottosegretario, ex sindaco di Reggio Emilia dal 2004 al 2013 e già ministro per gli affari regionali nel governo Letta, circolava dalle dimissioni di Maurizio Lupi coinvolto nello scandalo delle Grandi Opere, e la sua nomina a ministro delle infrastrutture non ha stupito nessuno, tanto meno il Pd che ha escluso una candidatura interna al partito per placare le tensioni tra renziani e minoranza.

Soddisfatto Matteo Renzi che su Twitter si è complimentato con il neo ministro. «Buon lavoro a Graziano Delrio, amico vero e prezioso compagno di strada» ha scritto il premier ribadendo la sua fiducia nei confronti di Derio e cercando con la sua figura di recuperare la credibilità dell’esecutivo per affrontare al meglio l’esposizione universale.

Benedetta Cucchiara
3 aprile 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook