Domani il giuramento del Presidente della Repubblica. Campane, bandiere e colpi di cannone: tutti i segni della cerimonia

Domani il giuramento del Presidente della Repubblica. Campane, bandiere e colpi di cannone: tutti i segni della cerimonia

matatrellaEntra nel vivo il conto al rovescia per il giuramento del Presidente della Repubblica, che si terrà domani di fronte al Parlamento riunito in seduta comune, e la capitale si prepara ad accogliere Sergio Mattarella nel suo percorso verso il Quirinale, in una cerimonia densa di significati simbolici per la vita della Repubblica. Poco prima delle dieci, il Segretario generale della Camera dei deputati, Lucia Pagano, accompagnerà il presidente eletto dalla sua abitazione, presso la foresteria della Corte costituzionale, a Montecitorio dove ad attenderlo troverà la presidente della Camera, Laura Boldrini, e la presidente vicaria del Senato, Valeria Fedeli. Il tragitto, su un’auto del Quirinale scortata dai carabinieri in motocicletta, sarà accompagnato dai rintocchi della campana di Montecitorio che proseguiranno fino all’arrivo.

Il presidente raggiungerà l’aula della Camera, adornata con 21 bandiere e drappi rossi, dopo il picchetto d’onore e il saluto da parte degli uffici di presidenza dei due rami del Parlamento. Quindi Sergio Mattarella presterà giuramento a norma dell’articolo 91 della Costituzione, secondo la formula «Giuro di essere fedele alla Repubblica e di osservarne lealmente la Costituzione»; dell’avvenuto giuramento daranno notizia 21 colpi di artiglieria e la campana di Montecitorio. A questo punto Mattarella prenderà nuovamente la parola per rivolgere il suo primo discorso alla nazione, di fronte a deputati e senatori, ma anche ai delegati regionali che hanno preso parte alla sua elezione e agli altri ospiti presenti nelle tribune della Camera.

Terminata la seduta parlamentare, il Presidente della Repubblica verrà accompagnato alla Galleria di Montecitorio per l’incontro con il Presidente del consiglio Matteo Renzi e, ricevuti gli onori da un reparto di Corazzieri in uniforme di gran gala, Sergio Mattarella uscirà sulla piazza per l’inno nazionale e per passare in rassegna il reparto d’onore.

La cerimonia proseguirà quindi con la visita all’altare della Patria, dove il presidente renderà omaggio al milite ignoto alla presenza del sindaco di Roma, Ignazio Marino. A questo punto Mattarella, accompagnato dal Presidente del consiglio, partirà alla volta del Quirinale sulla Lancia Flaminia 335, la decapottabile a sette posti utilizzata da sempre per queste occasioni e per la parata militare del 2 giugno. Il corteo presidenziale, scortato dai Corazzieri a cavallo e dai motociclisti, raggiungerà quindi il palazzo per la cerimonia di insediamento, prevista per le 11.30. Mattarella riceverà gli onori militari e il saluto del presidente emerito Giorgio Napolitano, a cui farà seguire un suo breve discorso, alla presenza delle più alte cariche dello Stato e dei segretari dei partiti politici. Secondo fonti interne a Forza Italia, anche Silvio Berlusconi parteciperà alla cerimonia di insediamento al Quirinale.

Per questa sera alle 19.00, invece, è prevista la seduta in camera di consiglio della Corte costituzionale: all’ordine del giorno le dimissioni di Mattarella da giudice della Consulta.

di Maurizio Semiglia

2 febbraio 2015

Twitter: @mauriziosem

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook