Grillo sostiene i vigili assenteisti e attacca Marino: «dimettiti»  

Grillo sostiene i vigili assenteisti e attacca Marino: «dimettiti»   

beppe_grillo

ROMA – «La verità sui vigili di Roma». Si intitola così l’ultimo post di Beppe Grillo, il quale ha voluto appoggiare gli assenteisti di San Silvestro chiedendo le dimissioni del sindaco Ignazio Marino.

Una battaglia, quella tra il M5S e l’amministrazione romana, iniziata proprio dal leader grillino che non ha ben visto le minacce di licenziamento lanciate dal primo cittadino di Roma. «Distogliere l’attenzione dell’opinione pubblica dalla vicenda di mafia capitale collusa con i politici del Comune», sarebbe secondo Grillo il motivo dell’accanimento mediatico e del Comune contro gli agenti della Capitale. E per valorizzare la sua tesi, il M5S ha fatto scendere in campo David, un vigile che ha aderito allo sciopero e che con una lettera ha voluto giustificarsi: nel documento, postato sul blog pentastellato, numerose sono le polemiche, dalla riduzione degli stipendi ai trasferimenti arbitrari in altre sedi, passando per la condanna del cinismo dell’amministrazione.

Le reazioni dei democratici non si sono fatte attendere, ma alcuni non si sono affatto stupiti del comportamento grillino, come il deputato Marco Miccoli il quale ha ribadito «di non essere sorpreso della presa di posizione di Grillo a favore dei vigili assenteisti», aggiungendo sarcasticamente che «questa sgangherata compagine di perdenti, contro il sindaco appoggerebbe qualsiasi iniziativa anche se a metterla in atto fossero Freddy Krueger, Hannibal Lecter e Darth Vader».

Nel frattempo, gli ispettori del Ministero della PA sono già arrivati nella sede della polizia locale e sarebbero già pronte una serie di sanzioni disciplinari che prevedono la sospensione o il licenziamento per 30 casi gravi.

Benedetta Cucchiara

6 gennaio 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook