Vendola lancia Human Factor: la convention per una sinistra alternativa a Renzi

Vendola lancia Human Factor: la convention per una sinistra alternativa a Renzi

Lavoro:Vendola,ultimi in Ue a non avere reddito cittadinanzaRoma – Dal 23 al 25 gennaio al Museo della Permanente, Milano, il leader di Sel Nichi Vendola insieme a molti ospiti della sinistra italiana e internazionale cercherà una nuova ‘via’ a sinistra rispetto a quella renziana. E’ quanto ha dichiarato oggi lo stesso alla conferenza stampa nella sede nazionale di Sel a Roma.

Sarà un “evento inedito per capire come mai la sinistra italiana si è addormentata socialdemocratica e si è risvegliata alfaniana o sacconiana”, rivela Vendola. Punti di riferimento saranno le esperienze europee “come quella di Podemos in Spagna e Tsipras in Grecia”; un ‘cantiere’, come lo ha definito lo stesso presidente nazionale di Sinistra ecologia e libertà, rivolto a “quel popolo senza partito che oggi riempie le piazze”. “Bisogna dare una brutta notizia a Matteo Renzi – incalza Vendola – non siamo una rassemblement di rancorosi, un raduno di duri e puri della sinistra radicale o di reduci dell’alternativa mancata; noi pensiamo che stiano maturando nella società le condizioni per costruire una coalizione politica per sfidare Renzi e batterlo”.

Qualche parola anche su Maurizio Landini e sulle voci di un suo ipotetico impegno in politica: “Landini non è solo una risorsa per la sinistra italiana ma è una risorsa per la democrazia ed è proprio per questo che nell’attuale stagione politica c’è bisogno di un sindacato che fino in fondo faccia il proprio mestiere”; ma quali saranno le sue scelte, come quelle dei dissidenti Pd, “non va chiesto a noi” risponde Vendola.

Non manca in chiusura un riferimento alle regionali in Emilia Romagna, indicative, secondo il presidente, di un problema antropologico oltre che politologico: “Con questo voto è finita la parabola del riformismo padano; ora è necessario costruire la coalizione dei diritti e del lavoro di cui parliamo da tempo. Sel ha dimostrato in questi anni di avere una straordinaria generosità, partecipando all’esperienza della Lista Tsipras. Oggi siamo un partito aperto e chiediamo ai ragazzi e alle ragazze di venirci incontro per una politica che non puzzi di cinismo e arrivismo. Noi siamo pronti”. Proprio con tale proposito “Human Factor sarà la risposta a sinistra della Leopolda renziana”.

Matteo Campolongo

28 novembre 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook