Berlusconi: Amato possibile successore di Napolitano

Berlusconi: Amato possibile successore di Napolitano

LETTA PRESENTA GOVERNO PD-PDL,TANTE DONNE E NIENTE BIGRoma — Amato possibile candidato alla Presidenza della Repubblica. Silvio Berlusconi, intervistato dal Corriere della Sera, ha fatto il nome dell’ex premier come possibile successore di Napolitano, chiedendo una figura condivisa da tutte le forze politiche.
Vista le incertezze che ruotano attorno alla continuazione del mandato dell’attuale Presidente, il leader di Forza Italia ha voluto mettere le mani avanti per “mettere subito in sicurezza la massima carica dello Stato”. “Sono partigiano, ( nel senso di parte) e partigianamente penso che prima venga l’elezione del presidente della Repubblica e poi vengano le riforme” ha ribadito Berlusconi nella convinzione che l’elezione del Capo dello Stato debba essere condivisa tra i partiti, al fine di garantire “un minimo di equilibrio e di credibilità istituzionale”.

La scelta dovrebbe ricadere su Giuliano Amato, e il premier Renzi, a detta del leader azzurro, deve garantire questo percorso. “Io parto sempre da un atteggiamento di fiducia nei confronti dei miei interlocutori – ha dichiarato l’ex Cav – E non ho motivo di non applicare questo atteggiamento verso il presidente del Consiglio”.
Un’altra figura che risponde ai requisiti stabiliti da Berlusconi, cioè che non sia di parte, è Mario Draghi, ma il governatore della Bce ha già fatto sapere di non essere disponibile e ha declinato l’offerta.

Sulla candidatura di Romano Prodi, sostenuta dalla minoranza nostalgica del Pd, il leader forzista non si è espresso favorevolmente e ha commentato con ironia la possibile ascesa al Colle del rivale democratico: “Prodi già mi vuole tanto male vorrei evitare di dire cose che potrebbero peggiorare ancor di più i nostri rapporti. Se penso al caso De Gregorio…”.

Benedetta Cucchiara
29 novembre 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook