Remigio Ceroni: Modificare l’art. 1 della costituzione, è caos in Parlamento

di Enrico Ferdinandi

Sta facendo discutere la proposta presentata negli scorsi giorni dal deputato del Pdl Remigio Ceroni: ”L’Italia e’ una Repubblica democratica fondata sul lavoro e sulla centralita’ del Parlamento quale titolare supremo della rappresentanza politica della volonta’ popolare espressa mediante procedimento elettorale”.

Il testo che avete appena letto è stato presentato alla Camera dei Deputati come proposta di legge costituzionale ed è stato intitolato ‘‘Modifica dell’articolo 1 della Costituzione”.

Secondo l’Onorevole Ceroni difatti il primo articolo della costituzione italiana dovrebbe esser sostituito per poter favorire la “centralità del Parlamento quale titolare supremo della rappresentanza politica della volontà popolare espressa mediante procedimento elettorale”. Si tratta in sostanza di dare più potere al Parlamento nel sistema istituzionale della Repubblica.

Dopo numerose polemiche da parte dell’opposizione, che ha parlato di “delirio” e di tentativi di assolutismo berlusconiano che ledono la libertà dei cittadini e la democrazia italiana, Ceroni ha dichiarato: ”La mia e’ una proposta di legge fatta a titolo personale. Non ne ho parlato con Berlusconi ne’ con altri dirigenti del Pdl. Ho fatto alcune riflessioni in questo periodo ed a mio avviso credo che vada riaffermata la centralita’ del Parlamento”.

L’opposizione ha però continuato ad attaccare l’onorevole, che a detta di molti avrebbe avanzato la proposta dopo un “suggerimento” del Premier.

Il Pdl ha subito preso le distanze minimizzando quanto successo. Berlusconi si sarebbe limitato ad una risata, mentre il senatore Gaetano Quagliariello ha detto: “Vi sembra che un partito che da sempre punta al presidenzialismo possa avallare un’ipotesi che punta a rafforzare il Parlamento rispetto all’esecutivo?”.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook