Csm, Bene ineleggibile. Napolitano: “Recuperare tempo perduto”

Csm, Bene ineleggibile. Napolitano: “Recuperare tempo perduto”

8fc4e0b48e7ecdd41b92b284bf888a6c-011-kCCH-U430301132440845NaD-593x443@Corriere-Web-Sezioni

ROMA– Il plenum di Palazzo dei Marescialli, presieduto dal Capo dello Stato Giorgio Napolitano ha eletto Giovanni Legnini nuovo vicepresidente del Csm. Il Presidente della Repubblica facendo riferimento alla lentezza del Parlamento ha detto: “Ora subito al lavoro: il tempo che ha richiesto l’elezione dei nuovi membri del Csm va rapidamente recuperato”. L’elezione di Giovanni Legnini  è una nomina su cui Napolitano ha espresso “vivo compiacimento”.

Allo stesso però, tempo scoppia il caso del componente laico eletto in quota Pd Teresa Bene, la quale non possedendo i requisiti per far parte del Csm è stata dichiarata ineleggibile. La Bene infatti non ha raggiunto i 15 anni della professione di avvocato ed è quindi fuori regolamento. Adesso il Parlamento dovrà perciò rimettersi al voto, anche se il nuovo Consiglio potrà comunque iniziare a lavorare.

Secondo Teresa Bene quella della Commissione verifica titoli di Palazzo dei marescialli è stata una decisione “errata sia nel merito che sul piano procedurale. I miei diritti di partecipazione” – ha continuato – “sono stati palesemente violati”.

Luigi Carnevale

30 settembre 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook