Caso De Magistris, Grasso: “Va applicata la legge Severino”

Caso De Magistris, Grasso: “Va applicata la legge Severino”

Luigi-De-Magistris

NAPOLI- La vicenda De Magistris si fa sempre più complicata, anche se il sindaco del capoluogo campano resiste e non lascia palazzo San Giacomo, anzi rilancia. Contro i giudici del tribunale di Roma che l’hanno condannato a 13 mesi abuso d’ufficio nell’ambito dell’inchiesta Why Not, afferma apertamente: “Penso che in Magistratura ci siano diversi magistrati collusi, corrotti che non applicano la legge come dovrebbero, nel rispetto della Costituzione. E per questo ho pagato in Magistratura. Ma nello stesso tempo so che ci sono tantissimi donne e uomini onesti nella Magistratura che sapranno anche riformare una sentenza così ingiusta. Poi, se qualcuno mi chiede di dimettermi per una sentenza che io giudico gravissima (ho tutto il diritto di definirla vergognosa perché mi riguarda) io rispondo che, semmai, c’è chi, guardandosi allo specchio, si dovrebbe dimettere per questa sentenza.

“Parole gravi e irricevibili che dimostrano disprezzo per la giurisdizione”- ha tuonato l’Associazione Nazionale Magistrati, mentre il Presidente del Senato Piero Grasso ha detto che: “non ho un’opinione in proposito. Il sindaco valuterà al meglio la situazione e sa benissimo che se non lo dovesse fare (dimettersi n.d.r.) ci sarebbe comunque un provvedimento da parte del prefetto non appena si renderà esecutiva oppure si depositerà la motivazione della sentenza”. E sulla possibilità di applicare al caso la legge Severino Grasso ha dichiarato che: “Così come è successo con altri sindaci, la legge Severino va applicata. Penso sia inevitabile”.

Luigi Carnevale

26 settembre 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook