M5S contro i 1000 giorni di Renzi, Grillo: “Tassa dopo tassa, l’Italia affonda”

M5S contro i 1000 giorni di Renzi, Grillo: “Tassa dopo tassa, l’Italia affonda”

Grillo-attacca-renziI mille giorni di Renzi scatenano le polemiche pentastellate. All’indomani della presentazione del piano delle riforme, Beppe Grillo ha attaccato via web il governo, accusandolo di voler affondare l’Italia.

“Siete pronti? Ecco le tasse sulla casa che arrivano quest’autunno. Con Renzie, tassa dopo tassa, l’Italia affonda”, ha scritto il comico genovese su Facebook, sostenuto dal vipresidente della Camera Luigi di Maio che non ha esitato a scagliarsi contro la valanga fiscale prevista nei prossimi giorni. “Cosa importerà agli italiani dei ‘mille giorni’, quando tra poche settimane dovranno pagare Irpef, Iva, Irap e Tasi?”, ha chiesto il deputato grillino, lanciando un proprio programma, temporalmente più ristretto: “non si può perdere altro tempo, bisogna fare le cose importanti in 1000 ore (40 giorni): abolire l’Irap, aumentare le pensioni tagliando quelle d’oro, e istituire il reddito di cittadinanza. Il Movimento5Stelle è pronto. E il Parlamento è attrezzato per farlo”.

L’operato del governo non è stato l’unico bersaglio grillino e il problema dell’immigrazione ha occupato le pagine del blog di Grillo. “I triti e ritriti confronti degli italiani come popolo di migranti che deve comprendere, capire, giustificare chiunque entri in Italia, sono delle amenità tirate in ballo dai radical chic e dalla sinistra – ha scritto il leader M5S – che non pagano mai il conto e da chi non vuole affrontare il problema”. E parlando delle malattie infettive, in primis l’ebola, Grillo ha espresso la sua indignazione di fronte ad un Paese “che lascia le frontiere spalancate, senza fare alcun accertamento medico su chi arriva, da chissà dove, in Italia”.

Benedetta Cucchiara
2 settembre 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook