Concordia fine della corsa. Il relitto è arrivato a Genova. Renzi: “Quello di oggi non è un giorno a lieto fine.”

Concordia fine della corsa. Il relitto è arrivato a Genova. Renzi: “Quello di oggi non è un giorno a lieto fine.”

IMG_1376E’ una domenica particolare per Genova che, poco prima di mezzogiorno, ha assistito all’arrivo in porto del relitto della Concordia, partita lo scorso 23 luglio dall’isola del Giglio. Suonano le sirene, la nave, trainata da 4 rimorchiatori, si avvicina al porto. Lungo il percorso c’è tanta gente che intende immortalare con l’ultimo scatto, il gigante delle tante tournée, dopo la tremenda tragedia di due anni fa, ( 13 gennaio 2012) nella quale persero la vita  33 persone. Nessun problema per la manovra della nave al di là del faro del porto genovese. L’enorme imbarcazione inizia la manovra per avvicinarsi di poppa  nel bacino Pra’Voltri, dove una volta ormeggiata, allo scavo saranno montate 18 bitte per la sua messa in sicurezza. ” Quello di oggi  non è un giorno a lieto fine, perchè si chiude una vicenda che ha portato alla morte 33 persone, ma quello che è stato fatto, con il recupero del relitto, mai era stato fatto prima – ha detto il Capo del Governo Renzi, giunto nel capoluogo ligure, insieme alla moglie. ” Abbiamo dimostrato di essere reattivi e attrattivi per gli investimenti internazionali.” Genova era l’unica scelta fattibile, perchè la rottamazione avvenisse in Italia, anche perchè Piombino non poteva accogliere questa enorme nave”. Il leader governativo si è poi congratulato con i tecnici e con tutti coloro che hanno collaborato all’impresa. Il ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, invece ha detto: ” Di fronte quello che è capitato al Giglio non c’è risposta. I francesi devono imparare a fidarsi di più. Il Governo, che all’indomani della tragedia già prese alcune decisioni, sta aumentando i controlli affinchè tutte le regole in navigazione vengano rispettate.

IMG_1377Soddisfatto della buona riuscita dell’operazione Concordia è anche Silvio Bartolotti, amministratore delegato di Micoperi, l’azienda di Ravenna, che in collaborazione con il consorzio Titan, ha realizzato il trasferimento del relitto dall’isola del Giglio a Genova: ” Il nostro progetto era l’unico realizzabile. Le soluzioni migliori – ha poi precisato – sono state trovate giorno dopo giorno.”

“Missione compiuta. Lo sforzo iniziato due anni fa – ha avuto il suo il suo giusto epilogo – ha detto  Franco Gabrielli, capo del Dipartimento della Protezione civile nazionale. La mia più grande amarezza – ha aggiunto che qualcuno in questi due anni e mezzo, con grande irresponsabilità, ha messo in dubbio la mia onestà. Questo, non lo consentirò a nessuno.”

Luigi Rubino

27 luglio 2014

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook