Viaggio della Concordia verso Genova: monitoraggio mare degli ecologisti…

Viaggio della Concordia verso Genova: monitoraggio mare degli ecologisti…

Si chiama “Costa ti tengo d’occhio,” l’operazione monitoraggio del mare di Greenpeace e Lega Ambiente partita il 23 luglio dall’isola del Giglio e che si concluderà all’alba di domani, quando il relitto della nave Concordia arriverà nel porto di Genova per essere poi smantellata. All’operazione partecipa anche un elicottero di Greenpeace “Le analisi eseguite sulla scia della nave Concordia diretta verso Genova – ha detto il direttore esecutivo dell’associazione, Giuseppe Onufrio – sono risultate negative. L’acqua è limpida. L’equipaggio degli ecologisti, durante la traversata, ha incontrato Jason, la nave della marina francese specializzata in contaminazione e voluta dal Ministro Segolene Royale.

L’incomprensione tra  l’Italia e la Francia, che ha dichiatato di non essere stata informata del passaggio a rischio del relitto Concordia, nei pressi della Corsica è comunque evidente. L’articolo  13 dell’accordo Internazionale, chiamato Santuaros Pelagos, che invita i due paesi a cooperare per la salvaguardia dell’ambiente, parla chiaro, ma finora nessuno se ne accorto. Durante la traversata, gli ecologisti hanno potuto ammirare lo spettacolo dei delfini “stenelle” che si sono messe a giocare a prua. Non proprio tranquilla la giornata di ieri, quando un temporale, con vento di 15 nodi, ha reso difficile la navigazione. Nel frattempo, nella notte la Concordia, a metà viaggio, ha superato la velocità di 2,5 nodi. Ora però ci siamo. La nave dista da Genova solo 36 miglia. Poi la grande avventura  terminerà. La Concordia scomparirà. Serviranno ben 5 mesi per smantellare i 17 ponti e le 1500 cabine, luoghi di una tragedia che difficilmente verrà dimenticata da tutto il mondo.

Luigi Rubino

26 luglio 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook