Napolitano: “con governo Monti nessuno strappo costituzionale”

Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, torna a parlare della situazione politica italiana in occasione della cerimonia per lo scambio degli auguri di Natale e Capodanno con i rappresentanti delle istituzioni, delle forze politiche e della società civile. Per Napolitano gli eventi politici degli ultimi mesi segnano: “il passaggio da un’ordinaria, benché distorta, dialettica tra maggioranza e opposizione parlamentare in una logica di competizione bipolare, a un tentativo di mobilitazione straordinaria, la più vasta e consapevole, anche sul piano politico, in funzione di decisioni di emergenza a cui non ci si poteva più sottrarre.

La soluzione di governo cui si è giunti un mese fa ha costituito lo sbocco di un lungo travaglio politico e infine di una serena, obbiettiva riflessione”.
Rispondendo alle polemiche sollevate sulla legittimità democratica del governo Monti, il presidente della Repubblica afferma: “Solo con grave leggerezza si può parlare di sospensione della democrazia, in un paese in cui nulla è stato scalfito”, precisando che l’aver dato fiducia al Governo Monti è stato segno di consapevolezza dell’estrema difficoltà del momento.
Napolitano chiede quindi alle varie parti politiche di fare: “la loro parte, nella fase di transizione che si è avviata, la facciano rinnovandosi, aprendosi nuovamente alla società, acquisendo e valorizzando più fresche, giovani energie, ridefinendo e arricchendo le loro piattaforme ideali e programmatiche”.
Intanto oggi la manovra è al vaglio del Senato ed entro venerdì dovrebbe arrivare la definitiva approvazione.

di Enrico Ferdinandi

21 dicembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook