Riforme, Grillo apre al confronto con Renzi

Riforme, Grillo apre al confronto con Renzi

riforme-berlusconi-grillo-renziDopo Berlusconi, anche Grillo cede alla collaborazione con il governo. Con un «ci stai o no», il leader pentastellato ha esortato Renzi a prendere in considerazione un accordo con il M5S in vista delle riforme costituzionali.

Dal suo blog, il comico genovese, dopo aver elencato i drammi del paese a partire dalla gravissima disoccupazione giovanile, ha illustrato la strategia futura del movimento, una mossa che non prevede alcun ostacolo verso un’alleanza con il governo.«Noi pensiamo di potere dare un contributo fondamentale alle riforme costituzionali e alla legge elettorale – ha scritto Grillo – Il voto di preferenza, il taglio ai costi della politica e il dimezzamento del numero dei parlamentari sono solo alcuni dei punti che mettiamo sul tavolo ignorati finora».

Alla proposta grillina di fissare un incontro, è seguita una lettera da parte del premier nella quale risponde positivamente all’invito del M5S: «Vi propongo di vederci mercoledì in un orario da concordare insieme. Vi chiedo soltanto di conoscere meglio linterlocutore della vostra richiesta di dialogo».

Mentre i grillini attendono l’ora certa del confronto, l’esecutivo è all’opera per cercare accordi con le altre forze politiche e il ministro delle riforme Maria Elena Boschi ha oggi incontrato il coordinatore nazionale di Ncd Gaetano Quagliariello e il capogruppo di Fi Paolo Romani, anche se non si scorge nessuna intesa all’orizzonte per l’Italicum e per la riforma del Senato,entrambe in standby da molto tempo.

Benedetta Cucchiara
19 giugno 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook