Mose, Tremonti coinvolto nell’inchiesta delle supermazzette

Mose, Tremonti coinvolto nell’inchiesta delle supermazzette

tremonti-coinvolto-scandalo-mazzetteTremonti sarebbe coinvolto nella bufera Mose. È quanto emerso dagli interrogatori,datati luglio 2013 e pubblicati dal quotidiano Repubblica, in cui l’ex segretaria di Giancarlo Galan Claudia Minutilli ha accusato l’ex ministro dell’economia di aver guadagnato cospicue mazzette dal progetto veneziano.

Secondo quanto si legge nella deposizione della Minutillo,Tremonti avrebbe ottenuto 500 milioni di euro, una somma conferita dal Presidente del Consorzio Venezia Nuova Giovanni Mazzacurati. Avrebbe, perche non è stata ancora provata l’ effettiva ricezione della mazzetta da parte dell’ex ministro, che attualmente non è indagato.

Gli appalti Mose si arrichiscono sempre più di protagonisti, e dall’inchiesta emerge il nome di Corrado Crialese, avvocato cassazionista ed ex presidente di Fintecna, corteggiato dagli imprenditori a suon di mazzette da 80 a 120 mila euro per comprare sentenze e corrompere giudici del Tar e del Consiglio di Stato.

In attesa di chiarire la posizione di Tremonti, le indagini proseguono e mercoledì la Giunta per le autorizzazioni della Camera dovrà discutere sull’autorizzarione a procedere nei confronti di Galan, coinvolto in un affare indonesiano insieme al suo commercialista Paolo Venuti, prestanome in due società appartenenti all’ex governatore del Veneto.

Benedetta Cucchiara
09 giugno 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook