Napolitano: “giustizia fondamentale per crescita democratica”

Nel corso della terza edizione del “Salone della giustizia”, il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che non è potuto esser presente, ha colto l’occasione per mandare un messaggio dove pone l’accento sull’importanza di una corretta giustizia.
In una nota Giorgio Napolitano ha scritto al presidente della commissione Giustizia del Senato, Filippo Berselli, che: “Il Salone della Giustizia si conferma come una importante occasione d’incontro dei cittadini con gli operatori e gli organi istituzionali ai quali è affidata, a vario titolo, la tutela dei diritti e della pacifica convivenza sociale.

L’iniziativa costituisce una brillante e dinamica forma di comunicazione di grande successo che consente di far meglio conoscere il nostro sistema giudiziario, i problemi che affliggono il ‘servizio giustizia’ e l’impegno posto per superarli e sviluppare nel paese la cultura del rispetto delle regole.
In questo contesto, felice mi è apparsa la scelta di dedicare ampio spazio alla riflessione sulle lettere che l’onorevole Aldo Moro inviò dal buio della sua prigione e al ricordo dei servitori dello Stato che, in quegli anni, sacrificarono con la vita la loro lealtà alle istituzioni. Va sempre ricordato come la battaglia contro la follia sanguinaria del terrorismo fu vinta anche sul fronte della giustizia penale, in nome e nel rispetto della Costituzione e dello Stato di diritto. Nella certezza che dal confronto e dai dibattiti i cittadini  sapranno trarre spunti di crescita democratica, invio a lei, signor presidente, e a tutti i partecipanti un cordiale saluto e fervidi auguri di buon lavoro”.
Napolitano ha questa mattina presentato il libro che raccoglie i discorsi da lui pronunciati in occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia: ”Una e indivisibile – Riflessioni sui 150 anni della nostra Italia”.

di Enrico Ferdinandi

1 dicembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook