Riforma Senato, Renzi è ottimista: “L’accordo è a un passo”

Riforma Senato, Renzi è ottimista: “L’accordo è a un passo”

Renzi“L’accordo sul nuovo Senato è ormai a un passo”. Lo ha affermato Matteo Renzi nel corso della trasmissione In 1/2 ora, confermando così l’esistenza di un compromesso tra le forze politiche che potrebbe portare ad una radicale modifica di Palazzo Madama.

“Il punto di mediazione”, a detta di Renzi, sarebbe costituito dai consiglieri regionali che dovrebbero selezionare tutti i senatori da scartare, anche se le vere innovazioni, frutto dell’apertura renziana alle proposte di Ncd, sarebbero ben altre, prevedendo per i senatori nessuna indennità, l’impossibilità di votare la fiducia e di essere eletti direttamente dai cittadini.

Sull’elezione indiretta, è stato proprio uno degli ideatori della proposta di riconciliazione a delucidare il nuovo meccanismo.”Quando si eleggono i consigli regionali, alcuni consiglieri vengono designati come senatori e poi sarà il Consiglio a scegliere, tra i designati, chi dovrà andare a Palazzo Madama” – ha spiegato Quagliariello di Ncd intervistato dal Corriere della sera.

Il nuovo patto sembra ricucire i rapporti con l’opposizione, in primis Forza Italia il cui leader aveva ripudiato gli accordi con Renzi, per poi sottolineare di aver trovato un’intesa sui punti più critici; una riappacificazione è arrivata anche dal fronte interno Pd grazie all’incontro di ieri con la presidente della commissione affari costituzionali Anna Finocchiaro, che mercoledì dovrà depositare insieme a Calderoli il testo base della riforma.

Benedetta Cucchiara
28 aprile 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook