Nuova alleanza Berlusconi-Casini. Il Cav: “Ne sono lieto”

Nuova alleanza Berlusconi-Casini. Il Cav: “Ne sono lieto”

berlusconi_casiniFelice e pronto a difendere la sua conquista. Berlusconi si è detto soddisfatto del ritorno di Casini tra le file dei moderati, un ritorno sempre auspicato dal Cav che ora tenta di respingere le critiche rivolte al leader centrista.

In una nota pubblicata ne “Il Giornale” di Sallusti, Berlusconi ha voluto ribadire l’importanza del rinnovato sodalizio, sottolineando al tempo stesso le sue potenzialità per la crescita di Forza Italia: “non posso che esserne lieto, ritenendo che anche il suo movimento potrà offrire un reale contributo alla vittoria del Centrodestra”.

Casini, lusingato da un’accoglienza così calorosa, ha subito messo sul tavolo le sue proposte per il futuro, partendo da un programma innovativo e serio che passa per una nuova legge elettorale. “Non esiste ripresentare il modello del ’94”, ha affermato il leader Udc, che ha aggiunto:”bisogna invece mettersi in moto per una proposta politica nuova che faccia recuperare sintonia con il ceto medio italiano penalizzato dalla crisi e con l’area delle piccole e medie imprese”. E,parlando del suo alleato, non ha risparmiato commenti positivi, spiegando i motivi della sua scelta:”Ho fatto un ragionamento politico: Grillo è un populista pericoloso, che è al 25%.Berlusconi lo hanno legittimato i suoi elettori. In politica c’è chi esiste, non chi si autonomina. Berlusconi c’e’ perche’ c’e’ una parte del popolo del centrodestra che lo riconosce”.

Ma il nuovo matrimonio politico tra i due leader, un legame che si era interrotto con la nascita del Pdl, sembra non piacere a tutti e proprio la Lega Nord ha deciso di far saltare la “luna di miele”. Il governatore della Lombardia Roberto Maroni ha infatti stabilito delle condizioni per costruire una futura alleanza:” Se Casini sottoscrive l’idea di macroregione ben venga, se no stia lontano. Un’alleanza è possibile solo se lui viene all’opposizione insieme a noi, come ha fatto Forza Italia”.

Berlusconi, non curante delle critiche, ha accolto il nuovo alleato con i sondaggi del “Mattinale”, la nota politica redatta dal gruppo Forza Italia della Camera che ha registrato numeri trionfali per il Cav e il suo entourage: centrodestra al 36% e Pd ai suoi minimi storici. Un successo che, a detta di Forza Italia, è stato ottenuto “grazie alla crescita di Forza Italia e all’ingresso di Casini”.

Benedetta Cucchiara
04 febbraio 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook