Decadenza Berlusconi: oggi il giudizio

Decadenza Berlusconi: oggi il giudizio

decadenza b“Scendono in piazza tutti i cittadini consapevoli di quello che sta avvenendo che sono preoccupati, che non lo fanno per difendere me, ma che hanno a cuore il futuro del Paese e la nostra libertà. Credo che la manifestazione sia assolutamente legittima e pacifica e sia solo l’inizio”.

Queste le parole di Silvio Berlusconi ieri a Studio Aperto che annunciavano la manifestazione prevista oggi a Roma contro il voto di decadenza. Voto al quale è chiamata ad esprimersi l’aula del Senato a partire dalle 19 di questa sera.

Berlusconi è infuriato e tenta il tutto per tutto. Dopo le richieste più o meno esplicite di grazia adesso il Cavaliere parla di “nuovi testimoni”. Sette per la precisione, i quali sarebbero in grado di ribaltare la sentenza espressa ad agosto dalla Cassazione, che lo condannò per frode fiscale. Per l’avvocato Ghedini di testimoni “ce ne sono altri e anche di maggior pregnanza”, anche se  Franco Coppi, l’altro legale di Berlusconi ha precisato che: “Non sappiamo neppure se presenteremo l’istanza di revisione” del processo Mediaset. “Stiamo raccogliendo il materiale e valutando. Non vogliamo buttar lì un’istanza che possa essere dichiarata inammissibile un minuto dopo”.

Coppi ha poi aggiunto che “è stata una iniziativa” di Dominique Appleby “far conoscere quanto sapeva, appellandosi alla sua coscienza”. Quest’ultima è una manager che ha lavorato per circa sette anni nella casa di produzione cinematografica statunitense Harmony Gold,  gruppo fondato nei primi anni ’80 da Frank Agrama, il produttore statunitense ritenuto -anche nella sentenza definitiva della Cassazione- il socio occulto dell’ex premier nel caso dei diritti tv Mediaset e che lavora attualmente presso la società ‘Norman Alex’ di Monaco e si occupa di selezione del personale.

In queste ore intanto,  nell’Aula del Senato, inizia la seduta dedicata al voto per la decadenza di Berlusconi. Il presidente della Giunta delle Immunità Dario Stefàno leggerà la relazione della Giunta che non conferma la convalida dell’elezione dell’ex premier. Alle 19 poi il voto.

di Luigi Carnevale

27 novembre 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook