Blitz di Beppe Grillo in Senato

Blitz di Beppe Grillo in Senato

beppe grilloBlitz di Beppe Grillo oggi in Senato. A sorpresa il leader del Movimento Cinque Stelle si è presentato negli uffici del gruppo. Dopo aver risposto in maniera scherzosa ai cronisti che l’hanno intercettato all’ingresso, Grillo ha voluto ribadire la sua posizione su quanto accaduto nei giorni scorsi, quando il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha convocato le forze di opposizione per discutere della legge elettorale soltanto dopo però averne parlato con i Pd e Pdl causando –come reazione- la disertazione del M5s.

Non essere andati al Quirinale-ha detto Grillo-”non è uno sgarbo. Non voglio che lo si veda così. Con i giochi già fatti bisognava andare lì a far cosa?”. E su Napolitano il leader del Movimento ammette che c’è un “rapporto che si è complicato perché non rappresenta più la totalità degli italiani, è un presidente di settore. Quindi con i giochi già fatti era inutile andare”.

Anche oggi l’ex comico ribadisce quanto affermato qualche giorno fa, cioè l’intenzione di chiedere “l’impeachment per Napolitano perché è di parte. E su questo decido io”.

Ad accompagnare Grillo al Senato c’era anche Claudio Messora, il responsabile della comunicazione del movimento ed è anche in riferimento a lui che si sono toccate tematiche interne al Movimento come la questione del reato di clandestinità cancellato da un emendamento dei senatori 5 Stelle, poi bocciato dallo stesso Grillo.

Quest’ultimo si è poi soffermato sulla questione della legge elettorale ed ha dichiarato: “Abbiamo un presidente del Consiglio – sostiene – che va in televisione a mentire, dicendo che noi non vogliamo cambiare il Porcellum. Siamo all’analisi comportamentale, ci sono grossi problemi”. “Sarebbe meglio andare al voto, in qualsiasi modo”.

di Luigi Carnevale

28 ottobre 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook