Marina Berlusconi la nuova leader del centrodestra?

Marina Berlusconi la nuova leader del centrodestra?

Marina-Berlusconi“Possiamo candidarla. Se glielo chiedessimo tutti, nonostante le sue riserve, forse a questo punto accetterebbe”.Sul futuro della figlia Marina, Silvio Berlusconi si è espresso chiaramente, rilasciando ai suoi fedelissimi questa dichiarazione laconica che sottolinea l’intenzione del Cav di cedere la leadership di Forza Italia alla presidente Mondadori e dissipare così qualsiasi dubbio sulla successione.

La decisione di Berlusconi, arrivata venerdì sera al termine della riunione del Pdl in cui è stato annunciata la cancellazione del partito e la rinascita di Forza Italia, ha suscitato perplessità all’interno del centrodestra e Brunetta ha espresso tutto il suo disappunto, ribadendo la sua fedeltà all’ex premier.” Non ci sono subordinate a Silvio Berlusconi”, ha ammesso il capogruppo del Pdl alla Camera che si è detto fermamente convinto della stabilità del partito, scongiurando lo spettro della scissione:”Credo che alla fine prevarrà lamore verso Berlusconi e il rispetto verso i nostri elettori”.E sulle condizioni per evitare il ritorno alle urne, Brunetta è tornato nuovamente a minacciare il governo e i democratici: O Letta e il Pd cambiano profondamente la legge di stabilità ed evitano la decadenza di Berlusconi, o le larghe intese sono finite, e si va a votare

Oltre alle invettive al vetriolo di Brunetta, altri esponenti del Pdl, come Verdini, Santanchè e Bondi hanno accolto favorevolemente la proposta del Cav di creare una “dinastia politica” per il centrodestra, evitando così l’escalation dei conflitti interni per la leadership e togliendo allo stesso tempo le redini di Forza Italia dalle mani di Alfano, che ha dimostrato una linea meno intransigente nei confronti dell’esecutivo e che ora resta in attesa.

Le sorti di Pdl e Forza Italia saranno determinate l’8 dicembre nella giornata del Consiglio Nazionale in cui si deciderà l’eliminazione del Pdl, eliminazione che non è scontata in quanto la decisione deve essere ratificata dai 2/3 dei delegati, e la scelta del nuovo leader, che probabilmente ricadrà su Marina Berlusconi. Anche se la Presidente Mondadori si è sempre dichiarata contraria a qualsiasi coinvolgimento politico, la sua possibile candidatura a premier in caso di lezioni anticipate, lascia aperta la porta agli interrogativi di falchi e colombe e a nuove tensioni.

Benedetta Cucchiara

28 ottobre 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook