Lo schiaffo al colle: i senatori del M5s diserteranno l’incontro con Napolitano

Uno “schiaffo” al Quirinale quello dei senatori del Movimento Cinque Stelle, che –convocati al Colle per le 16 e 30 di oggi al fine di confrontarsi con il Presidente Napolitano sulla legge elettorale- hanno già annunciato di disertare l’incontro. Critici anche Lega, Sel e Fratelli d’Italia.

Il motivo della contestazione si ritroverebbe nella scelta di Napolitano di chiamare il Movimento, soltanto dopo aver ascoltato Pd e Pdl. Una mossa tardiva che non è piaciuta ai grillini i quali fanno sapere che: “Se ci fosse stata la volontà di un confronto ampio, Napolitano avrebbe convocato tutti i capigruppo, senza distinzione alcuna”. Ed è lo stesso Grillo che dopo un comizio tenutosi a Trento rincara la dose con parole dure: “Si mettono lì nelle stanze a decidere della vita di mio figlio. Ma chi? Schifani? Quagliariello? Non lo permetteremo mai”.

Le critiche arrivano anche dal suo blog: “Napolitano si è riunito insieme a 5 rappresentanti della maggioranza per decidere la legge elettorale. Nessun esponente del M5S, votato da 9 milioni di cittadini ne è stato messo al corrente. Non accetteremo mai una legge elettorale decisa dal garante dei partiti che hanno distrutto l’Italia negli ultimi vent’anni. Non accetteremo mai un Napolitellum. Napolitano è ormai oltre la democrazia e oltre la Costituzione. Presenteremo al più presto la richiesta di impeachment per Napolitano”.

 

Luca Carnevale

25 ottobre 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook