Napolitano sul caso Boldrini: attacchi inammissibili ai principi della convivenza democratica

Napolitano sul caso Boldrini: attacchi inammissibili ai principi della convivenza democratica

Il Capo dello Stato esprime la sua solidarietà al presidente della Camera e invita le forze politiche ad un maggiore civiltà

Napoltano difende BoldriniIl Quirinale interviene.Dopo i pesanti attacchi riservati dal M5 stelle al presidente della Camera Laura Boldrini, responsabile di aver concesso 15 minuti alla maggioranza per trovare un accordo sull’omofobia, Napolitano ha convocato i presidenti delle Camere, esprimendo il suo disappunto per un clima politico sempre più teso e incivile.

L’incontro è stato seguito da una nota di solidarietà rivolta alla Boldrini e dall’auspicio di un miglioramento delle relazioni in parlamento.Come si legge dalla nota del Quirinale, “è essenziale che in questa fase la libera dialettica delle posizioni politiche si svolga nelle aule parlamentari in un clima di civile confronto e di scrupoloso rispetto dei regolamenti e delle funzioni di chi è chiamato a garantirne l’applicazione”. Il messaggio, riferendosi più specificatamente al caso Boldrini,ha sottolineato che si tratta di “attacchi innammissibili, che non possono essere tollerati, ai principi della convivenza democratica”.

Nel frattempo, i grillini non si schiodano dalle loro posizioni e anzi chiedono le dimissioni del presidente della Camera. Alessandro di Battista, deputato grillino, ha così espresso il pensiero dei pentastellati:” la Boldrini appare sempre più inadeguata, incompetente,nervosa, di parte e arrogante, ha ammesso il deputato, “e come tutte le persone di scarsa personalità tende ad assecondare il grande potere”.

La solidarietà del Capo dell stato, unitamente a quella del Presidente del Senato Piero Grasso, fa riferimento non solo all’incidente parlamentare sulla disposizione contro l’omofobia, ma anche ai numerosi attacchi, ingiurie e minacce che si sono diffuse sulla rete negli ultimi tempi.

Nell’incontro con i presidenti delle Camere, Napolitano ha anche parlato del necessario impegno delle forze politiche nell’adozione di riforme, ribadendo “che è in atto una fase altamente impegnativa che prevede l’esame di provvedimenti di vitale importanza economica e sociale e nello stesso tempo lo sviluppo di riforme istituzionali, miranti a superare le disfunzioni dell’ordinamento della Repubblica”.

di Benedetta Cucchiara

19 settembre 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook