Enrico Letta a Bruxelles: la priorità è il lavoro per i giovani

Enrico Letta a Bruxelles: la priorità è il lavoro per i giovani

Quest’oggi Enrico Letta ha partecipato al suo primo summit europeo, dedicato alla lotta all’evasione fiscale e all’energia. Dopo aver incontrato, nel corso delle scorse settimane, la cancelliera Angela Merkel, il presidente francese Francois Holland, il premier spagnolo Mariano Rajoy ed il premier polacco Donald Tusk, stamani ha Letta ha avuto altri due importanti colloqui, il primo con il premier inglese David Cameron, il secondo con quello lussemburghese Jean Claude Juncker.

Al centro dei colloqui con i due premier le strategie per uscire dalla crisi. Enrico Letta ha confermato la volontà del suo governo nel voler rispettare gli impegni presi con l’Unione Europea in merito al bilancio ma ha anche posto l’attenzione su quanto sia importate puntare su misure in grado di creare lavoro per i giovani. La disoccupazione giovanile sarà difatti il tema del prossimo vertice europeo del 27 e 28 giugno e Letta ha auspicato che possa esser l’occasione per dare il via a progetti in grado di risollevare al situazione.

Ricordiamo che non solo il tasso disoccupazione, come detto in particolar modo fra i più giovani, ha raggiunto in tutta Europa livelli altissimi (in Italia è al 7,5%) ma anche il potere d’acquisto delle famiglie sta perdendo sempre più punti percentuali, tanto che nel 2012 nel nostro paese è sceso del 4,8%.

Per questo motivo Letta ha accolto positivamente la proposta di anticipare al 2013 l’iniziativa Ue per il lavoro ai giovani che è prevista dal bilancio comunitario pluriennale 2014-2020. Un’iniziativa che dovrebbe portare una dotazione finanziaria di 6 miliardi di euro ai paesi, Italia inclusa, che registrano i più alti tassi di disoccupazione giovanile.

 

E. F.

(Twitter @FerdinandiE)

22 maggio 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook