No Tav: fermato il Tgv e intimidazioni a un’azienda coinvolta nel progetto

No Tav: fermato il Tgv e intimidazioni a un’azienda coinvolta nel progetto

Marcia NoTav

TORINO- Oggi gli interventi degli attivisti No Tav hanno creato non pochi problemi alla linea ferroviaria. Poco prima delle 7 di questa mattina è stato bloccato il Tgv Venezia-Parigi, presso la stazione di Vercelli. Gli attivisti hanno imbrattato le carrozze del treno, e davanti alla locomotiva è stata posta una catena. L’episodio ha creato disagi ai pendolari, con un ritardo per undici treni della tratta Milano-Torino.

Nella giornata è stata inoltre resa pubblica la notizia del ritrovamento a Rivoli presso la Torinoleggi (azienda impegnata nei lavori della Torino-Lione), di due bottiglie incendiarie. È stato il titolare a segnalare l’accaduto. Le molotov contenenti liquido infiammabile, sono state probabilmente posizionate nel weekend su due mezzi aziendali parcheggiati. Viene così aggiornata la black list di aziende che collaborano al progetto della Torino-Lione. Attualmente stanno indagando polizia e carabinieri.

Gli episodi si sono svolti alla vigilia della sentenza della Corte d’Assise di Torino nei confronti dei quattro attivisti NoTav arrestati un anno fa, con l’accusa di terrorismo per l’assalto al cantiere della Tav di Chiomonte.

Ottavia Giannoni

16 dicembre 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook