Ascoli, l’eterna lotta al controllo del clima inizia qui

Parte dal capoluogo piceno l’ardua battaglia alla geoingegneria clandestina: un convegno con i massimi esperti del settore per discutere insieme su chemtrails e programma HAARP

Si terrà sabato 21 aprile, alle ore 17, presso la libreria Rinascita di Ascoli Piceno, la conferenza sul tema “Fermiamo le scie chimiche, veleni in cielo e malattie sulla Terra”, organizzata dal Centro Ricerche Verità Occultate (CRIVeO), in collaborazione con la neonata sezione marchigiana di Tanker enemy, il comitato nazionale presieduto da Rosario Marcianò da anni impegnato nello studio e divulgazione del fenomeno.

 

Nell’ambito del convegno, Carlo Cruciani, presidente CRIVeO e studioso indipendente, cercherà di illustrare ai presenti che cosa sono le scie chimiche o chemtrails, la loro connessione con il programma HAARP (programma attivo aurorale di ricerca ad alta frequenza) e i pericoli per l’ambiente e la salute umana. Secondo alcuni ricercatori, infatti, parte delle scie di condensazione degli aerei visibili nell’atmosfera terrestre, sarebbero in realtà degli aggressivi biologici e chimici spruzzati durante il volo da autori misteriosi e per motivi ancora non molto chiari. Tra le ipotesi più accreditate: quella del controllo climatico, eventuali implicazioni militari connesse con la tecnologia HAARP e il coinvolgimento delle multinazionali.

Agli occhi di un profano queste teorie potrebbero apparire irrazionali o addirittura fantascientifiche, ma se ci si sofferma per un istante a riflettere, per esempio su eventuali interessi da parte dei grandi gruppi monopolistici delle holding agricole, questo pensiero potrebbe non essere poi così lontano dalla realtà. Si pensi alle coltivazioni di prodotti OGM, da sempre fortemente osteggiate dagli ambientalisti e ritenute responsabili di possibili alterazioni del nostro DNA. Manipolare il clima per provocare lunghi periodi di siccità in una determinata area del globo, potrebbe essere il preludio all’inserimento di vegetali geneticamente modificati, con una particolare resistenza alla mancanza d’acqua e con le ovvie ricadute economiche.

A tal proposito, lo stesso CRIVeO evidenzia che una situazione del genere è già in atto nel nostro Paese; un’aridità impietosa e gravissima, caratterizzata da temperature anomale rispetto alla stagione, spesso causate da formazioni nuvolose sottili, lunghe e lineari, di origine artificiale, che velano il sole o coprono completamente il cielo, amplificando l’azione dell’effetto serra. Sebbene questi eventi siano sotto gli occhi di tutti, la popolazione viene spesso tenuta all’oscuro, depistata e disinformata; ma ogni cittadino ha il diritto di sapere cosa succede intorno a se e chiedere che tali azioni di geo-ingegneria, in aperto contrasto con la costituzione italiana, vengano fermate.

Tra gli ospiti del convegno, l’onorevole Amedeo Ciccanti, promotore di alcune interrogazioni parlamentari in materia e Rosario Marcianò che seguirà l’incontro in videoconferenza.

Roberto Mattei

20 aprile 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook