Confermato sciopero di 24 ore per il trasporto pubblico: garantite le fasce protette, sospesa Area C

Le sigle sindacali Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugltrasporti e Faisa Cisal hanno confermato, per venerdì 22 marzo,  lo sciopero nazionale di 24 ore del trasporto pubblico locale.
Secondo i sindacati “la decisione è dovuta alla persistente incertezza sul quadro complessivo delle risorse finanziarie destinate al trasporto locale ed al mancato avanzamento del negoziato per il rinnovo contrattuale”. Le organizzazioni sindacali hanno anche sottolineato che: “Le Regioni,  per il biennio 2014-2015, non hanno ancora trovato tra loro e con il Governo un accordo sui criteri di ripartizione dei quasi 5 miliardi di euro l`anno previsti dal neonato Fondo, mentre non risulta ancora chiaro, già per il 2013, il destino delle ulteriori risorse finanziarie storicamente dedicate al trasporto locale dalle Regioni nell`ambito del ‘fondo perequativo’ di 1,4 miliardi/anno”.

Il risultato è che il servizio offerto all’utenza,  si è ridotto ed è peggiorato nonostante siano aumentate le tariffe, questo per effetto del mancato rinnovo del contratto scaduto nel 2007, che ha aperto una serie di  vertenze sindacali aziendali, che hanno fatto saltare gli accordi di secondo livello con le aziende.
In conseguenza del proclamato sciopero il sindaco Pisapia ha disposto la sospensione di AREA C. Sono comunque previste delle fasce protette nelle principali città italiane e a Milano il servizio sarà dunque sospeso dalle 8.45 per poi riprendere dalle 15 alle 18 ora in cui sarà sospeso fino a fine servizio.
Per il trasporto ferroviario, la circolazione dei treni sarà regolare sulle linee gestite da Trenitalia, ma le linee suburbane S1, S2, S9 e S13 del passante potrebbero subire modifiche.
Anche la rete Trenord aderisce allo sciopero e garantisce solo i servizi minimi dalle 6 alle 9 e dalle 18 alle 21.  Assicurati anche i collegamenti con l’aeroporto di Malpensa, ma solo  con  corse  sostitutive di  autobus,  con partenze dalle stazioni di Cadorna e di Porta Garibaldi e dal Terminal 1 dello scalo.
Anche sulle linee aeree sono previsti disagi in conseguenza dello sciopero di 4 ore, dalla 12 alle 16 degli assistenti di volo Alitalia Cai e del personale navigante comandanti e piloti  di Alitalia Cityliner.
Dunque un venerdì da dimenticare per chi è costretto a spostarsi con i mezzi pubblici per raggiungere il posto di lavoro, ma anche per gli automobilisti che vedranno triplicare il traffico già caotico nelle altre giornate.

Sebastiano Di Mauro
21 marzo 2013

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook