“Un tram che si chiama desiderio”. Un cult del cinema americano al teatro

Conferenza stampa al chiostro del teatro Piccolo di Milano, nel segno di uno degli indimenticabili film che fece epoca a fine anni’40. Un kolossal a tinte erotiche con uno splendido Marlon Brando e una bellissima Vivian Leigh come protagonisti principali di una pellicola che ai tempi destò più di qualche impressione nel pubblico benpensante di quel periodo storico.
Prezioso l’intervento del prof. Stanley  Gontarsky, accademico americano, che ha rivisitato l’intera pellicola nelle diverse produzioni del tempo. Ci si è soffermati, durante la lunga spiegazione del docente, sul tema erotico che domina il film. La fisicità di Marlon Brando, le scene erotiche e quel tram ormai quasi estinto in quella New Orleans ormai contraddistinta da soli bus e con sole quattro linee di tram.

All’intervento del prof. Gontarsky, sono seguite le impressioni dei protagonisti, gli attori teatrali che hanno contribuito a mettere su questa interessante edizione teatrale a cura del regista Antonio Latella.
Sul palco, l’attrice Laura Marinoni (nel ruolo di Blanche) ha dichiarato: “Bisogna saper distinguere un film da un’opera teatrale. Siamo su due settori diversi. Quest’opera non si incentra solo sul tema dello stupro, come ha voluto evidenziare il prof. Gontarsky, dando un’impronta maschilista, ma, sulla storia di una donna che, nonostante difetti e vicissitudini varie, fa emergere una grande umanità e un ruolo di spessore insostituibile. Antonio Latella ha ricostruito fedelmente quest’opera cinematografica riadattandola al teatro, facendo emergere spunti di grande riflessione per il pubblico”.
Segue l’attrice Elisabetta Valgoi (Stella): “Credo che la mia collega abbia già detto tutto. L’opera in questione è un prodotto ben realizzato che ha cercato di far emergere degli aspetti molto interessanti legati all’attrice protagonista”.
Sul palco anche Annamaria Cascetta, docente della Cattolica di Milano, che ha fatto da raccordo tra il professore dell’Università della Florida, Gontarsky, e il cast teatrale.

Mirko Tomasino
15 marzo 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook