Sicurezza. Sei anni di lotta e contrasto per il pool antitruffa di Milano

Quanti genitori, nonni o persone anziane hanno aperto la propria porta di casa a sconosciuti che poi li hanno raggirati o depredati? Da sei anni, a Milano, il pool antitruffa opera contro questi malfattori e la loro opera delinquenziale.
I numeri snocciolati in conferenza stampa sono i seguenti: 743 i procedimenti trattati nel 2012 dal Pool Antitruffe di Milano, nato dalla collaborazione tra Polizia di Stato e Polizia locale per colpire un reato che riguarda soprattutto le persone anziane.
Dal 2008 a oggi è raddoppiato il numero dei casi trattati: erano 498 nel 2008, 355 nel 2009, 371 nel 2010, 447 nel 2011, (140 nei primi 2 mesi del 2013), segno di un’attività sempre più efficace e riconosciuta.
Il problema più frequente è che spesso la truffa non viene denunciata. Gli anziani hanno difficoltà, paura o vergogna a denunciare casi delinquenziali e il fenomeno rimane stagnante anche se, con le recenti operazioni di contrasto, pare si sia abbassato del settanta percento.

Una dei successi maggiori che vanta il pool antitruffe è sicuramente quello che ha portato all’arresto di una banda che agiva tra Torino e Milano e che ha raggirato più di sessanta anziani.
“Si tratta di un reato che negli anni ha subito una forte trasformazione. Oggi i truffatori non sono più singole persone che in modo quasi dilettantesco operano sporadicamente ma vere e proprie organizzazioni con ramificazioni in tutta Italia e anche all’estero. Professionisti in grado di tenere in “cattività psicologica” anche per giorni soprattutto gli anziani. – Dichiara il comandante Mastrangelo. – Per questo sono diventate fondamentali indagini articolate in grado di raggiungere il vertice di queste bande”.
L’invito rivolto alle vittime, è quello di collaborare e denunciare i lestofanti alle forze dell’ordine, attraverso una linea telefonica dedicata e attiva 24 ore su 24 in diretto collegamento con la centrale di Polizia: 02.88456893
Con maggiore sinergia e forze in campo, anche questo gravoso problema può essere comodamente sconfitto.

Mirko Tomasino
15 marzo 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook