Giovani studenti con i Cdz e Gonfalone di Milano per la prima volta a Mauthausen

Un appuntamento, quello del 12 maggio prossimo a Mauthausen, al quale Milano non potrà mancare. In quella data si svolgerà la cerimonia internazionale per ricordare la liberazione del lager. Milano, città medaglia d’oro della Resistenza, ci sarà per la prima volta, con il suo Gonfalone.
E non è tutto, perché da quest’anno si cercherà di far conoscere direttamente la Shoah ai giovani delle scuole secondarie superiori attraverso un viaggio organizzato per loro dalle nove Zone della città, al fine di visitare il lager e ascoltare le testimonianze di chi, da quel posto, è riuscito a sopravvivere, e anche quelle dei loro parenti. La decisione è stata presa lo scorso 3 marzo dalla Giunta di Palazzo Marino attraverso una delibera.
Una richiesta proveniente da Anpi e Aned provinciali affinché l’istituzione del Comune partecipasse alla Giornata Internazionale della memoria a Mauthausen, l’ultimo lager che fu liberato il 5 maggio del 1945. Quest’ultima data è diventata il simbolo della Resistenza Europea.

Mauthausen è il simbolo della deportazione politica da Milano, soprattutto dopo gli scioperi del gennaio-marzo 1944. Quindi la diffusione fra i giovani di quanto è accaduto.
“La decisione di oggi testimonia e conferma il nostro impegno civile, etico e sociale contro gli orrori del fascismo e del nazismo – ha spiegato l’assessore al Decentramento Daniela Benelli –. Dopo l’inaugurazione del Memoriale della Shoah, il 27 gennaio scorso, Milano non dimentica e continua il percorso della memoria dei tragici eventi delle deportazioni, dei campi di concentramento, dell’Olocausto.”
Il Comune inoltre si farà carico dei costi del viaggio degli studenti a Mauthausen, dove potranno meditare sullo sterminio compiuto dai nazisti.

Manuelita Lupo
7 marzo 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook