Finalmente al via il primo tratto della M5, la “lilla”

Dopo numerosi rinvii e false partenze, la neonata “Lilla” è pronta ai nastri di partenza e domenica 10 febbraio sarà a disposizione dei cittadini con il primo tratto, che vedrà sei treni percorrere la tratta Bignami – Zara una tratta di 4,1 chilometri in 8 minuti.
L’ultima arrivata fra le Metro meneghine è anche la più all’avanguardia, infatti “andrà da sola” essendo dotata del sistema “driverless UTO” che le permetterà di viaggiare su rotaia di ferro, senza conducente in maniera del tutto automatica, un primato per il capoluogo meneghino su tutto il resto dello stivale.
Così anche il settore nord ovest della città, che aveva visto sfumare l’inaugurazione già lo scorso giugno in occasione dell’arrivo del Santo Padre, per motivi di sicurezza stabiliti dalla commissione ministeriale ai Trasporti, ha la sua metrò super collaudata da Metropolitana Milanese, con le fermate di Bignami, Ponale, Bicocca, Ca’ Granda, Istria, Marche e Zara.

“Milano ha una marcia in più nel campo dei trasporti, abbiamo una metropolitana in più – ha commentato il sindaco Giuliano Pisapia – Dopo il rosso, il verde e il giallo, sulle mappe del metrò arriva il lilla, il colore della nuova M5, la prima in città completamente automatizzata e senza conducente. Milano, quindi, va più veloce ed è più sostenibile, perché sono certo che i cittadini sceglieranno sempre di più il trasporto pubblico.”
Quella che parte domenica è la prima fase di M5, ne seguirà una seconda che entro il 2013 vedrà aggiungersi le stazioni di Isola e Garibaldi ed infine la terza ed ultima, con il completamento entro il 2015 dell’intera linea che raggiungerà lo Stadio di San Siro.
All’inizio, l’apertura della linea sarà limitata, dalle 6 alle 22, con una frequenza di sei minuti (dopo sarà attivo il tram 31) per agevolare il termine dei lavori delle due stazioni Isola e Garibaldi (interscmbioM2).
A fine 2013 la frequenza dei treni si ridurrà a tre minuti e gli stessi andranno a pieno regime. Ciascun treno sarà in grado di trasportare fino a 536 persone, vi sono 72 posti a sedere e due spazi per la sicurezza di sedie a rotelle con agganci, complessivamente 5.000 passeggeri trasportabili all’ora, in entrambe le direzioni.
Ad opera finita la M5 conterà 19 stazioni e 12,8 km di percorso per percorrere i quali ci vorranno solo 26 minuti, trasportando tra 15 e 18 mila passeggeri all’ora.  Un vero primato per la città che farà parte delle 25 reti al mondo con estensione oltre i 100 chilometri.
Infine il sindaco, dopo il giro di prova conclude “La M5 si aggiunge così ai tanti passi avanti che Milano sta compiendo per farsi trovare pronta all’appuntamento con Expo, ringrazio dunque tutti coloro che hanno contribuito a raggiungere questo risultato.”

Manuelita Lupo
6 febbraio 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook