Cultura: Milano si riconferma capitale internazionale dell’arte

Il 2012 si chiude con un milione e 800 mila visitatori nelle mostre promosse dal Comune di Milano

L’assessore alla Cultura Stefano Boeri ha affermato: “Il pubblico milanese, italiano e internazionale ha dimostrato una crescente attenzione alla programmazione delle attività espositive che si sono svolte lo scorso anno nelle nostre sedi. Milano si conferma sempre più capitale internazionale d’arte e cultura. Per parte nostra abbiamo cercato di offrire proposte di qualità nonostante la contrazione delle risorse e i tagli imposti dalla spending review, conservando quindi una regia pubblica che assicurasse un palinsesto di valore scientifico e artistico, ma responsabilizzando i privati per l’attivazione di partnership indispensabili per sostenerlo. La mostra di Bramantino al Castello e ‘Addio Anni ‘70’ a Palazzo Reale sono state emblematiche in questo senso.

Così come fondamentali sono state le collaborazioni con altri istituti milanesi – per esempio quella con il Museo Diocesano che ha realizzato la mostra dedicata a Costantino, aperta a Palazzo Reale fino al 17 marzo”.
Le mostre prodotte durante l’anno quindi, sono nate dalla re-interpetazione del patrimonio locale così, anche per l’anno prossimo, verranno realizzate esposizioni nella stessa direzione; per esempio alla GAM verrà inaugurato un percorso museale dedicato a Medardo Rosso, del quale la Galleria stessa conserva uno dei più importanti nuclei di opere al mondo.
Il leader degli incassi è stato Palazzo Reale con il successo della mostra di Picasso, che si è guadagnata il titolo della mostra più visitata d’Italia nel 2012; per il 2013 le sue sale ospiteranno Modigliani e Pollock, mentre nella sala delle Cariatidi verranno esposti i marmi di Rodin; successivamente a Palazzo Reale sarà realizzata una mostra, prodotta dal Comune e dalla Pinacoteca di Brera, dedicata a Bernardino Luini.
Il PAC, consolidando lo scopo, di essere un luogo dedicato alla sperimentazione degli artisti contemporanei, nel 2012 è stato il set della performance di Marina Abramovic, mentre nel 2013 vedrà all’opera l’arte di Jeff Wall e di Adrian Paci, oltre a una mostra sull’Apartheid.
Dopo Picasso, le mostre più visitate del 2012 sono state: Cézanne, con 98.000 visitatatori e Tiziano con 68.000 visitatori, confermando quindi Palazzo Reale come la sede espositiva milanese più visitata del 2012. Durante l’anno inoltre ci sono state ben 17 mostre con ingresso gratuito viste  dal 38% dei visitatori totali.
Per una volta possiamo affermare come la cultura non sia stata lasciata da parte grazie alle proposte del Comune di Milano, che è riuscito a coinvolgere un gran numero di visitatori.

Lucia Arezzo
19 gennaio 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook