Sparatoria in strada a Milano: un morto e un ferito grave

Tragico episodio di cronaca a Milano. Un uomo di 72 anni, Vittorio Tonini, ha tentato di uccidere il titolare di un’autofficina, Carmelo Costantino, 65 anni, investendolo con il suo furgone e poi, non riuscendoci, ha iniziato a sparare con due pistole contro la vittima e ha dato fuoco al garage.
Una volta intervenuta la polizia, è nato un nuovo conflitto a fuoco durante l’inseguimento, dal quale il 72enne è uscito gravemente ferito. L’uomo è morto subito dopo essere stato trasportato in ospedale.
L’episodio è accaduto alle 18.15 circa in via Salasco, all’angolo con via Vittadini. Sul posto sono intervenute tempestivamente due ambulanze e un’automedica, che hanno trasportato i due feriti all’ospedale San Paolo e all’ospedale San Raffaele. Per Vittorio Tonini non c’è stato nulla da fare. Carmelo Costantino, invece, trasportato in codice rosso, è ancora ricoverato con prognosi riservata.
Davvero agghiaccianti le testimonianze di coloro che erano sul posto: “Ho sentito due colpi di pistola intorno alle 18:15 e poi ho sentito dei forti lamenti. Mia madre è subito scesa in strada. Io invece sono rimasto a casa e dalla finestra ho visto un signore con la pistola in mano. A quel punto, io e mia madre ci siamo chiusi in casa, abbiamo aspettato e dalla finestra abbiamo visto delle fiamme uscire dall’officina. Quando è arrivata la polizia ho sentito gli agenti ordinare all’uomo di mollare l’arma, poi ho sentito una ventina di colpi di pistola e degli altri lamenti”.

“Stavo uscendo dal portone di casa, quando ho sentito tre o quattro colpi di pistola e le urla di una persona che scappava spaventata. Poi mi sono chiuso dentro il portone per alcuni minuti finché non ho pensato che la situazione fosse tornata alla normalità, ma quando sono uscito in strada ho visto il garage in fiamme e ho sentito l’odore di pneumatici bruciati”, racconta un altro testimone.

Giuseppe Ferrara
18 gennaio 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook