Scuola Materna inaugurata al quartiere Santa Giulia: lunedì primo giorno attività

Questa mattina è  inaugurata,  alla presenza dell’assessore all’Urbanistica, Edilizia privata, Ada Lucia De Cesaris e del vicesindaco Maria Grazia Guida la struttura per i bambini del quartiere Santa Giulia con 4 sezioni dedicate alla scuola materna, per un totale di 100 posti, e 72 posti al nido.

l’assessore all’Urbanistica, Edilizia privata Ada Lucia De Cesaris, nell’occasione ha dichiarato: L’inaugurazione della scuola materna del quartiere Santa Giulia è un passo molto importante, era un impegno che avevamo preso e che abbiamo rispettato. Questo è stato possibile grazie a un lavoro costante e condiviso con tutti gli enti coinvolti e con il Consiglio di Zona 4, unitamente alla società Milano Santa Giulia. Questa è la ricetta migliore per affrontare e risolvere i problemi ed è quello che stiamo facendo anche per il prossimo obiettivo che è la riapertura del vicino Parco Trapezio. Per il 2013 intendiamo anche completare il Masterplan dell’area di Santa Giulia perché siamo consapevoli dell’importanza della riqualificazione di questa zona, duramente colpita da comportamenti illeciti, ma che oggi sta ritrovando la sua nuova vita”.

Questa struttura doveva entrare  in funzione nel settembre 2010, ma poi  per permettere i  lavori di bonifica nell’area circostante e stata chiusa oltre due anni. Le sezioni della materna, ospitate fino a oggi dalla elementare di via Sordello 7, riapriranno ai bambini dal 7 gennaio e vedranno all’opera 8 educatrici. Il nido invece, sarà operativo da settembre per i bambini del quartiere dai 3 ai 36 mesi.
Il vicesindaco con delega all’Educazione e istruzione Maria Grazia Guida, intervenuta all’inaugurazione ha detto:
“L’esempio del quartiere di Santa Giulia dimostra come vi sia la priorità di dotare questa zona di servizi scolastici adeguati. Ma anche di come l’azione del Comune rientri in un modo diverso di costruire l’offerta formativa in città. Un’offerta che prevede interventi strutturali in grado di rispondere anche al fabbisogno di scuole primarie e secondarie. Finalmente i bambini del quartiere avranno la loro scuola dell’infanzia anche grazie al processo partecipato avviato già da alcuni mesi con il dirigente scolastico, i comitati dei genitori e la commissione educazione del Consiglio di Zona per andare a definire soluzioni a medio e lungo termine in una zone che con i nuovi insediamenti ha visto cambiare radicalmente la richiesta scolastica”.
L’intero  complesso scolastico ha una superficie di circa 1200 metri quadri, di cui più di 900 destinati alle attività scolastiche. La refezione per gli alunni della materna viene garantita da Milano Ristorazione, come succede per tutte le materne comunali. Mentre un impianto fotovoltaico da 39 moduli fornirà energia alla struttura scolastica per una potenza massima di 7, 020 kwp, in parallelo con la normale rete elettrica.

Sebastiano Di Mauro
5 gennaio 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook