Si riaccendono le Telecamere di AreaC: ingressi gratuiti ai residenti

Dal prosssimo  lunedì 7 gennaio, a partire dalle  ore 7.30, gli occhi delle telecamere di Area C saranno nuovamente accesi. Entrano in vigore le stesse regole per l’accesso alla Ztl Cerchia dei Bastioni dalle 7.30 alle 19.30 nei giorni feriali di lunedì, martedì, mercoledì e venerdì e dalle 7.30 alle 18 i giovedì.
Ora dopo la pausa natalizia, sui Pin dei residenti e assimilati già registrati viene riaccreditato un nuovo pacchetto di 40 ingressi gratuiti, esauriti i quali potranno continuare a usufruire della tariffa agevolata di 2 euro, ma  gli ingressi non consumati nel 2012 non si sommano al nuovo pacchetto.
Dalle verifiche dello scorso anno,  fino al 30 novembre, il 73,5% dei residenti non ha superato i 40 ingressi gratuiti in  Area C, mentre il 32,3% ha effettuato al massimo 10 ingressi.

Continua  la sperimentazione che arriverà alla sua naturale scadenza, nel frattempo valgono le stesse deroghe, esenzioni e agevolazioni in vigore nei mesi scorsi. Potranno dunque accedere  ad Area C , oltre alle auto elettriche e a moto e motorini, anche i veicoli ibridi, bifuel, alimentati a metano e GPL. Continuano, poi, ad essere derogate dal divieto d’accesso nella Ztl Cerchia dei Bastioni, a fronte dell’attivazione del tagliando d’ingresso, le auto diesel Euro 3 senza filtro antiparticolato per trasporto cose per servizi di pubblica utilità e a favore delle residenze e quelle di residenti, domiciliati e con box di pertinenza.
Resta altresì in vigore anche la tariffa agevolata dedicata ai veicoli di servizio registrati, che possono continuare a scegliere tra il tagliando da 5 euro con due ore di sosta gratuita sulle strisce blu (acquistabile ai parcometri) o quello da 3 euro senza sosta.
Da lunedì, infine, sarà di nuovo vietato l’accesso alla Ztl Cerchia dei Bastioni, nei giorni e negli orari di attivazione di Area C, per le auto benzina Euro 0 e diesel Euro 0, 1, 2 ed Euro 3 senza filtro antiparticolato.

Sebastiano Di Mauro
4 gennaio 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook